Comunicati stampa aziendali

pubblica gratis i comunicati stampa della tua azienda. Servizio offerto da Olympos Group srl: formazione e consulenza aziendale.

martedì 27 gennaio 2009

Siamo prossimi al carnevale. Presentiamo i carri allegorici di Gallipoli

Salda e sentita è per Gallipoli la tradizione carnevalesca che affonda le sue radici paganeggianti, ai riti propiziatori delle antiche civiltà contadine. Il canevale ha inizio il 17 febbraio giorno dedicato a Sant’Antonio Abate padrono cristiano del fuoco: In questo giorno a Gallipoli come in altri centri del Salento, ci si accinge a bruciare all’aperto sulle pubbliche piazze, agli angoli delle strade enormi cumuli di arbusti di ulivo. Questo rito da noi prende il nome di “Focareddha”

Durante tutto il periodo del Carnevale a Gallipoli si svolgono meravigliose sfilate di maschere e di carri allegorici grotteschi di carta pesta sapientemente costruiti dai cartapestai locali. Tra il turibinio di colori, di canti e danze, attira l’attenzione una maschera bizzarra, la maschera tradizionale del popolo Gallipolino “lu Tidoru” che inscena la sua morte mentre la madre e le prefiche lo piangono. La storia racconta che Teodoro era un giovane soldato Gallipolino trattenuto lontano dalla sua terra, proprio nei giorni del carnevale. Con grande dolore la madre rivolse le preghiere a Dio, che per il tanto supplicare ottenne una proroga di due giorni, affinchè il figlio potesse partecipare almeno alla fine del Carnevale, periodo in cui tutti potevano abbondare nei cibi, prima dell’inizio della quaresima, periodo destinato dalla Chiesa, al digiuno ed alla penitenza.

Teodoro, il martedì successivo tornato finalmente in patria si tuffa nel turbino frenetico dei balli e delle gozzoviglie con l’intento di recuperare tutto il tempo perduto. SI racconta che quel martedì Teodoro aveva ingozzato tantissime salsicce e polpette, tanto da rimanere strozzato. Con Teodoro muore il carnevale ed a nulla sevono i pianti di dolore e le urla intorno alla bara. Il periodo di carnevale Gallipoli si riempie di turisti, accolti dalle numerose camere in affitto a Gallipoli, o dai tanti beb a Gallipoli, i quali si ritrovano con il tutto esaurito in questi giorni di grandi festeggiamenti.

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page

Powered by Blogger

Iscriviti a
Post [Atom]