Comunicati stampa aziendali

pubblica gratis i comunicati stampa della tua azienda. Servizio offerto da Olympos Group srl: formazione e consulenza aziendale.

venerdì 26 febbraio 2010

Aumenta la preferenza per il biologico da parte dei consumatori italiani

La vendita diretta, in particolare di prodotti biologici, contagia nuovi settori e fasce sociali: è quanto emerge dalla sedicesima edizione dell'Annuario del Comparto Biologico Italiano che censisce oltre 8.000 operatori del settore, dei quali 3.100 legati alla vendita diretta. Nel triennio considerato dallo studio, dal 2007 al 2009, il dato più significativo riguarda la crescita dei gruppi d'acquisto solidale, passato da 356 a 598, pari ad un aumento del 68%. I cittadini si organizzano, mettono in comune conoscenze e risorse e fanno la spesa direttamente nelle aziende, prediligendo i prodotti biologici: si tratta di una tendenza confermata anche dalla crescita pari al 32% delle aziende con vendita diretta (passate da 1.645 a 2.176). Sembrano non conoscere crisi i ristoranti e gli agriturismi che offrono prodotti biologici, cresciuti, rispettivamente, del 31% e del 22%. Ma, in tale contesto, il biologico non è solo una scelta che gli italiani fanno nei fine settimana "fuori porta": secondo i dati, si consolida l'attenzione rivolta ai cibi biologici anche nelle scuole, dove il numero delle mense dedicate al biologico è aumentato del 23% (da 683 a 837). Crescono, infine, anche gli ordini effettuati via web: la voce e-commerce è aumentata del 25%, mentre i negozi non virtuali, localizzati in città e paesi, sono cresciuti del 2% e i mercatini biologici del 10%. I dati in questione dimostrano, chiaramente, che il settore del biologico alimentare rappresenta per i consumatori del nostro Paese qualcosa che va ben oltre il ricorso all'acquisto di prodotti di "nicchia": in altri termini, si tratta di un'evoluzione del life style ispirato ai valori dell'affidabilità alimentare e del conseguente benessere.

Anche dopo San Valentino, tutti a misurare la coppia con Amorometro.it

Enorme successo riscosso in occasione della festa degli innamorati per Amorometro.it un servizio che permette di "misurare" il sentimento che si prova per un'altra persona. Gia' boom l'anno scorso in occasione di San Valentino, quest'anno il numero di visitatori e interessati e' risultato sorprendente.

La grande diffusione che il servizio ha avuto e continua ad ottenere in rete, rende d'obbligo qualche riflessione statistico-sociologica: San Valentino e' forse un'occasione per giocare in modo scherzoso sul tema dell'amore e da usare perche' no come scusa per spendere soldi in regali e coccole dettate dalle regole del consumismo, o e' forse anche una tappa che conduce a una riflessione seria e profonda sui propri sentimenti?

Le motivazioni che conducono gli utenti a visitare il sito Amorometro.it anche dopo San Valentino, possono essere molte e diverse a seconda della propria condizione sentimentale: può essere un modo divertente per giocare con il partner, o perche' no, con una persona ambita. Ma può anche rappresentare un servizio utile a trovare risposte ad una domanda presente in tutte le coppie: "quello che provo e' vero amore? Ma soprattutto, questo mio sentimento e' condiviso e corrisposto anche dal mio partner, o dalla persona che vorrei diventasse mio partner?". Alcuni utenti infine, arrivano a farne un uso estremo: con Amorometro.it non si limitano a misurare la loro coppia, ma, forse perche' single, lo utilizzano per coinvolgere altre persone, magari ardentemente desiderate.

Il servizio non si pone come un portale filosofico, ma cerca di coinvolgere il visitatore utilizzando sia lo slang frizzante dei giovani, sia un linguaggio piu' datato, in grado di risvegliare ricordi a chi ha gia' i capelli bianchi. Nella classificazione dei rapporti, infatti, si passa da termini moderni e concreti come "trombamico" a parole delicate ormai forse dimenticate dai giovani come "cotta".

Amorometro.it, inoltre, permette a tutti i partecipanti di vincere il premio piu' adatto alla propria vita di coppia o da Single. Partecipando al concorso abbinato, i più fortunati potranno vincere un viaggio, un'avventura da vivere da soli o in coppia, una delle 70 console Nintendo Wii, per ravvivare le serate passate in casa, da soli o in compagnia, o un pacchetto di 10.000 SMS, per mantenere o moltiplicare i rapporti a distanza. Il montepremi in palio supera i 20.000 Euro, ragione in piu' per farsi tentare dal "romanticismo" anche passato San Valentino.

Futureland.it, azienda leader in Italia nella comunicazione strategica e nella fornitura di servizi internet e mobile interattivi, e' l'artefice di tutto il progetto: si e' occupata integralmente dell'ideazione e realizzazione del servizio web, oltre che dell'organizzazione del concorso a premi. Ha inoltre curato tutte le attivita' di promozione tramite banner, e-mail marketing e comunicati stampa.

Per maggiori dettagli sul servizio ed il concorso a premi www.amorometro.it

Per ulteriori informazioni Futureland.it

--------------------------------------------------------------

Futureland.it cede i diritti di copyrights su questo articolo, permettendo a chiunque di utilizzarlo integralmente o parzialmente con l'unica clausola di non omettere i riferimenti : FUTURELAND.it e Amorometro.it


Contatti

Dott. Lorenzo Benzoni
Futureland.it
Via Artigiani, 3
20031 Cesano Maderno (MI)
Futureland.it
Telefono: 0362 526898
Fax: 0362 641805


Etichette:

Gioca con Panariello e puoi vincere i suoi libri

Partito il concorso “I libri di Panariello”, promosso da Futureland.it e abbinato al nuovo show “Ogni Maledetta Domenica” che l'artista toscano terra' in diretta radiofonica per otto domeniche. Ai fortunati vincitori Giorgio Panariello in persona regalera' uno dei suoi libri.

Il concorso I libri di Panariello permette a tutti i fans di Giorgio Panariello di concorrere all'estrazione di un premio unico e irripetibile: una copia di uno di uno dei suoi libri “Non ti lascero' mai solo” o “Guardami negli occhi (quando mi abbandoni)”, consegnata personalmente dall'amatissimo comico toscano.

Come nei precedenti tour, ancora una volta Futureland.it, societa' promotrice del concorso, accompagna Giorgio Panariello in tutti i suoi show con un concorso a premi abbinato.

Il funzionamento del concorso e' molto semplice: agli spettatori di ognuna delle otto date dello show “Ogni Maledetta Domenica”, che si terranno al “The Club” di Roma, verra' consegnata una cartolina riportante tutte le indicazioni necessarie alla partecipazione. Per partecipare gli utenti dovranno semplicemente inviare un SMS, e il piu' fortunato potra' vincere il Meet & Greet con Giorngio Panariello e ricevere dalle sue mani uno dei suoi libri.

Futureland.it, azienda leader in Italia nella comunicazione strategica e nella fornitura di servizi web e mobile, come societa' organizzatrice e promotrice dell'iniziativa, si e' occupata di tutte le operazioni necessarie all'attuazione del concorso a premi: dalla gestione delle pratiche burocratiche con il ministero competente, all'implementazione delle piattaforme e dei supporti di gestione delle giocate. Ha inoltre curato tutte le attività di promozione tramite banner, e-mail marketing e comunicati stampa.

Maggiori informazioni sull'iniziativa e il regolamento del concorso sono disponibili al link futureland.it/concorso-programmaradio/

Per ulteriori informazioni Futureland.it

-------------------------------------------------------------------------------

Futureland.it cede i diritti di copyrights su questo articolo, permettendo a chiunque di utilizzarlo integralmente o parzialmente con l'unica clausola di non omettere i riferimenti : FUTURELAND.it


Contatti

Dott. Lorenzo Benzoni
Futureland.it
Via Artigiani, 3
20031 Cesano Maderno (MI)
Futureland.it
Telefono: 0362 526898
Fax: 0362 641805


Etichette: ,

giovedì 25 febbraio 2010

Banca Monte dei Paschi di Siena lancia sul web l'ultimo video della trilogia di 'Infinita'

infinita“Il materasso” segna la conclusione della campagna viral realizzata dalla Banca Monte dei Paschi di Siena per promuovere il conto online di “Infinita”.

25 febbraio 2010 – Volge al termine il progetto di campagna viral sul web che ha visto protagonista “Infinita”, il conto online della Banca Monte dei Paschi di Siena. Il terzo ed ultimo video,  intitolato  “Il materasso”, ha come personaggi principali due giovani, in questo caso una coppia di fidanzati alle prese con i propri risparmi. Come per “Il segreto del quadro” e “La mattonella”, anche in questo episodio il messaggio è lo stesso: meglio avere un conto bancario online che ricorrere a vecchi e dubbi metodi di conservazione del denaro.

La campagna viral di “Infinita” è stata declinata usando un registro ironico e divertente, presentando una situazione sorprendente fino al limite del surreale. I destinatari sono appunto i giovani: la trilogia di “Infinita” è stata infatti pensata per essere diffusa sulle principali piattaforme di social networking ed è pertanto visibile sia sulla fan page di Facebook (www.facebook.com/infinita.mps) che sul brand channel di Youtube (www.youtube.com/infinita).

Si chiude quindi un capitolo della strategia comunicativa messa a punto dalla Banca Monte dei Paschi di Siena insieme con la web agency nascar, che ha per l’appunto ideato e realizzato questa campagna virale.

Banca Monte dei Paschi di Siena spa – Relazioni con i Media
Tel: 0577.299927, Fax: 0577.294148
ufficio.stampa@banca.mps.it

Il comunicato ufficiale è disponibile al seguente indirizzo:
http://www.mps.it/NR/exeres/1A05A9BF-76AD-495A-8368-04DEDE29FB96.htm

Localizzare in Alto Adige: nuova opportunità per le imprese

Sviluppare nuovo business, ampliare le proprie strategie produttive e commerciali, individuare e cogliere nuove opportunità operative: anche nella criticità dell’attuale congiuntura economica, non possono che essere queste le prioritarie linee guida per il variegato mondo aziendale. Per le aziende, infatti, reagire alla crisi significa investire energie e risorse sul versante competitivo, riorganizzando il proprio approccio al mercato in uno scenario globale che muta rapidamente. Ed è sulla base di queste considerazioni che non sono rari gli esempi di aziende italiane che rivolgono il proprio sguardo verso Paesi esteri, Paesi dove insediare nuove sedi produttive. Ma, in tale contesto, anche dentro i confini nazionali, c’è una novità assoluta che rappresenta un’opportunità concreta al duplice fine della diversificazione strategica e del nuovo insediamento territoriale: l’Alto Adige. In virtù di una cospicua serie di incentivi, l’Alto Adige è diventata la migliore provincia italiana per fare impresa e, dal 2009, vi è stata attivata una nuova struttura competente in tutte le questioni legate alle aree produttive e agli insediamenti. La nuova società provinciale per la promozione territoriale e l’insediamento di imprese è la BLS, Business Location Sudtirol - Alto Adige, con sede a Bolzano. BLS, società interamente a capitale pubblico, fornisce servizi specialistici alle aziende locali, nazionali e internazionali interessate a realizzare un proprio insediamento produttivo in Alto Adige. “BLS fornisce sostegno e assistenza a 360 gradi durante tutto il processo di insediamento e oltre”, sottolinea il direttore della società, Ulrich Stofner, “e funge da nuovo partner di riferimento per gli imprenditori interessati ad insediarsi in Alto Adige”. I punti di forza sono particolarmente tangibili: la strategica posizione geografica, la particolare realtà plurilingue e pluriculturale, oltre all’oculatezza dimostrata dalle locali pubbliche amministrazioni, fanno dell’Alto Adige anche un importante ponte verso importanti mercati europei. In tema di eccellenze produttive, risultano di particolare valore i risultati raggiunti dall’Alto Adige nei settori dell’energia rinnovabile e dell’efficienza energetica, settori ormai consolidati dall’economia altoatesina, il cui territorio si attesta al primo posto nell’utilizzo di energia rinnovabile e nell’impegno per il risparmio energetico. L’Alto Adige, dunque, risulta una localizzazione economica capace di assicurare alle imprese importanti livelli di performance, agevolati anche dalla strategica posizione geografica tra due grandi mercati (Italia e Paesi di lingua tedesca). Oltre a ciò, per le imprese che si insediano in Alto Adige, non sono assolutamente marginali gli aspetti relativi alle agevolazioni e ai finanziamenti, sia a fondo perduto che sotto forma di contributi in conto capitale e di mutui agevolati, alla contenuta pressione fiscale, alla qualità complessiva e all’eccellenza tecnologica. È sulla base di questi aspetti prioritari che l’Alto Adige ha iniziato a promuoversi anche come un vero e proprio brand per la localizzazione mirata di imprese di ogni dimensione operanti nei settori dell’industria, dell’artigianato, del commercio e anche dei servizi, coniugando tra di loro i valori del know-how, dell’efficienza e della qualità.



Articolo tratto da PressWeb, a firma Marco Mancinelli

Per ulteriori informazioni:
http://www.bls.info/it/

Dialogo Assicurazioni premia gli utenti web vincitori di Dialogo Digital Brief, concorso online di creatività digitale su assicurazioni auto e sicurezza stradale

Dialogo Digital Brief http://www.dialogodigitalbrief.it, il concorso a premi di Dialogo Assicurazioni sulla piattaforma di user generated advertising Zooppa, giunge a termine e premia 18 utenti web per le migliori idee e creatività digitali sui temi di assicurazioni auto e sicurezza stradale.

[Milano, 25 Febbraio 2010] Dialogo Assicurazioni, la compagnia di assicurazioni diretta, on-line e telefonica RC auto ed RC moto del Gruppo Fondiaria-SAI, annuncia i vincitori della sfida lanciata il 12 novembre scorso da Dialogo Assicurazioni agli utenti della rete con contest video, grafici, e di idee creative per il web.

dialogo-digital-brief-quadrato Il montepremi di 10.000$ di Dialogo Digital Brief è stato assegnato a 18 utenti della rete per le migliori proposte di creatività digitale nelle tre categorie di Video, Banner e Idee per il web.

Oltre ai 6 premi assegnati da Dialogo Assicurazioni (primi e secondi premi per ogni categoria) e ai 3 premi assegnati dallo Special Jury di Zooppa, il portale e community sul quale si è sviluppato il contest, 9 dei premi (primo, secondo e terzo premio per ogni categoria) sono stati assegnati agli autori delle migliori idee e proposte creative direttamente dalla comunity di utenti web, che hanno espresso le proprie preferenze votando online e commentando in modo attivo líandamento del contest.

Ricordiamo che le tre categorie del concorso online concluso il 18 Febbraio sono:

- video virale sul tema della sicurezza stradale
- creatività per banner web sui vantaggi assicurativi di Dialogo Assicurazioni
- idee per la creazione del nuovo sito web Dialogo Assicurazioni

La lista dei vincitori e le proposte creative premiate, oltre a tutte le altre partecipanti al concorso di creatività online, sono disponibili sul portale Zooppa allíindirizzo http://zooppa.it/contests/dialogo-digital-brief, e verranno presto pubblicati con interviste ai vincitori sul Dialogo Aperto http://www.dialogoaperto.it, il blog di Dialogo Assicurazioni.

I video virali sul tema della sicurezza stradale di Dialogo Digital Brief verranno inoltre distribuiti su YouTube http://www.youtube.com/dialogoassicurazioni e altri portali di video online per amplificare il messaggio di sicurezza alla guida e sviluppare una vera e propria mini campagna di sicurezza stradale realizzata da Dialogo Assicurazioni con gli stessi utenti della rete.

#

Dialogo Assicurazioni
Dialogo Assicurazioni è una società di assicurazioni diretta, on-line e telefonica, parte del gruppo assicurativo italiano Fondiaria SAI. Per ogni approfondimento su Dialogo e su tematiche del mondo delle assicurazioni auto e moto vi invitiamo a visitare il blog Dialogo Aperto http://www.dialogoaperto.it e il sito ufficiale di Dialogo Assicurazioni http://www.dialogo.it.

Contatti Online Press Office:
Email: dialogo.ufficiostampa@dialogo.it

Antiquariato e piccolo collezionismo si incontrano a Bologna

In un periodo nel quale l’antiquariato sta attraversando un po’ di crisi, la fiera “Scollezionando” di Bologna segna invece una controtendenza del settore. Le ultime edizioni dell’evento organizzato da Exposition Service al Palanord, infatti, hanno registrato un segno positivo nelle presenze ed anche negli “affari”. Tant’è che il numero degli espositori e dei collezionisti che partecipano a questa fiera è in costante aumento. Oltre alla parte dell’antiquariato “puro” dove sarà possibile ammirare e trovare opere d’arte, arredamento, oggettistica, tappeti e arazzi di grande pregio e valore, “Scollezionando” propone anche numerosi espositori di piccolo collezionismo. Monete, medaglie, distintivi, cartoline, santini, piccole porcellane e ceramiche, libri, stampe, poster, francobolli e molto altro ancora per soddisfare anche i più curiosi e tutti coloro che sono alla ricerca di oggetti oramai introvabili al di fuori di occasioni come questa bolognese.
L’appuntamento con “Scollezionando” è fissato per sabato 27 e domenica 28 febbraio, dalle ore 10 alle ore 18.
Gli organizzatori fanno inoltre sapere che il blocco del traffico urbano, previsto per domenica 28 febbraio a Bologna come in molte altre città del Nord Italia, non comporterà nessun tipo di disagio per quanti vorranno recarsi in fiera. Per i cittadini del centro città sono infatti disponibili i mezzi pubblici, potenziati per l’occasione, mentre per chi viene da fuori, il Pala Nord rimane ugualmente accessibile.

L’ingresso alla fiera è gratuito.

Per informazioni tel. 348 9030832 info@expositionservice.it

mercoledì 24 febbraio 2010

COCA-COLA: MOSTRA CONTENITORI PER RACCOLTA DIFFERENZIATA REALIZZATI DA ARTISTI E DESIGNER


IN TRIENNALE IN MOSTRA I NUOVI CONTENITORI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA
UN CONCORSO DI COCA-COLA PER GIOVANI ARTISTI E DESIGNER

Milano, 23 febbraio 2010 – La Triennale di Milano ospiterà a maggio i prototipi dei progetti finalisti del concorso di idee "Re: Design Positively - Nuovi contenitori per la raccolta differenziata" organizzato da Coca-Cola con il supporto scientifico della Facoltà di Design del Politecnico di Milano in collaborazione con l'Associazione ReMade in Italy.

Sono 187 i progetti di nuovi contenitori per la raccolta differenziata di plastica, carta, alluminio e vetro proposti da giovani designer, studenti del Politecnico di Milano, architetti e artisti provenienti da tutta Italia e dall'estero in soli 3 mesi.

I progetti in concorso passeranno al vaglio di un'autorevole Giuria composta dai designer Aldo Cibic e Denis Santachiara, Sara Ranzini, Direttore Comunicazione Relazioni Esterne e Istituzionali di Coca-Cola Italia, Alessandro Magnoni, Direttore Affari Generali di Coca-Cola HBC Italia, Arturo Dell'Acqua Bellavitis, Vicepresidente della Fondazione Triennale di Milano, Massimo Ferlini, Presidente di ReMade in In Italy e l'architetto Marco Capellini .

Tra i 187 progetti presentati, la Giura ne selezionerà da cinque a quindici che accederanno alla fase finale della gara. La graduatoria con i primi dieci o quindici classificati sarà pubblicata, in marzo, sul sito www.coca-colaitalia.it . I finalisti riceveranno le indicazioni su come realizzare il prototipo: dimensioni, fattibilità, riproducibilità, materiali utilizzabili, capacità di durare nel tempo e facilità di manutenzione.


I tre migliori progetti saranno così premiati: al primo classificato 15.000 euro, al secondo 8.000 euro, al terzo 3.000 euro.

"Questo concorso rappresenta un passo davvero importante nella realizzazione del nostro percorso di Live Positively, attraverso il quale puntiamo a rendere la sostenibilità parte integrante del nostro quotidiano. Ognuno dei progetti che i giovani designer, gli artisti e gli architetti hanno proposto ha un'idea interessante e curiosa da comunicarci" - ha dichiarato Sara Ranzini, Direttore Comunicazione, Relazioni Esterne e Istituzionali di Coca-Cola Italia – "Tecnologia, ricerca, uso di materiale riciclato, in alcuni casi fino al 100%, ma soprattutto tanta fantasia e grande creatività sono stati il filo conduttore dei vari progetti ora al vaglio della giuria".

"Se davvero vogliamo ridurre l'impatto ambientale e sviluppare un nuovo modello di design eco-sostenibile, ciascuno deve fare la sua parte: per questo Coca-Cola è, da sempre in prima linea, per diminuire la produzione di rifiuti e potenziare l'attività di riciclo"- afferma Alessandro Magnoni Direttore Affari Generali di Coca-Cola HBC Italia - "Con questo concorso vogliamo ottenere un triplice risultato: incentivare la cultura della raccolta differenziata, valorizzare la creatività e professionalità di giovani designer e creare dei nuovi contenitori di alta qualità ed elevato valore estetico".

Il concorso "Re: Design Positively - Nuovi contenitori per la raccolta differenziata" nasce nell'ambito del progetto di comunicazione Live Positively, promosso da Coca-Cola in tutto il mondo, con l'obiettivo di sensibilizzare sull'importanza della sostenibilità ambientale. Live Positively significa fare le scelte giuste oggi, per permettere alle generazioni future di non avere meno possibilità domani, rendendo la sostenibilità parte integrante del nostro vivere quotidiano.


--
Postato su CorrieredelWeb.it L'informazione fuori e dentro la Rete.

La Tras Press chiarisce alcuni aspetti del biodigestore di Bagnara

Il tema del “biodigestore” che dovrà sorgere a Bagnara di Romagna, si sta alimentando sul “sentito dire” piuttosto che sui fatti reali e comprovati. La Tras Press, azienda del territorio titolare del progetto, vuole quindi fare un po’ di chiarezza.
Quello che sorgerà a Bagnara è un impianto all’avanguardia che sarà in grado di produrre energia elettrica, fornire posti di lavoro diretti, lavoro indiretto attraverso l’indotto che un’opera così importante creerà nella fase di realizzazione e poi successivamente anche in quella di funzionamento. Il tutto nel massimo rispetto dell’ambiente e delle persone.

Il progetto presentato dalla Tras Press è stato il frutto di una lunga serie di valutazioni di natura economica e soprattutto di “ricaduta” ambientale diretta e indiretta non tralasciando nessun aspetto e affidandosi ai più qualificati esperti del settore. A partire proprio dalla location: la nuova area artigianale di Bagnara, un’area ritenuta idonea dall’Amministrazione Comunale già cinque anni fa proprio per ospitare attività artigianali/industriali che potessero così rivitalizzare il tessuto economico locale. Impatto acustico, traffico veicolare, emissioni nell’atmosfera, ecc. sono quindi elementi comuni a tutte le eventuali attività che qui potrebbero prendere sede (il traffico veicolare di molteplici piccole attività è comunque superiore a quello di una sola). Inoltre, le tecnologie che verranno utilizzate per il “digestore anaerobico” sono di ultima generazione e soprattutto sono già utilizzate in altri Paesi d’Europa, dove impianti di questo tipo sono già operativi da lungo tempo con ottimi risultati e soprattutto senza aver arrecato danno alcuno alle persone e all’ambiente circostante.

L’argomento legato al funzionamento di un “digestore anaerobico” è ovviamente molto complesso. Senza scendere troppo nei tecnicismi la Tras Press vuole però mettere in evidenza alcuni aspetti. Il “digestore anaerobico” di Bagnara utilizzerà solo scarti provenienti dal settore agroalimentare (e quindi non carcasse e/o scarti animali, pneumatici o rifiuti di altra natura organica o inorganica). La CO2 prodotta dalla combustione di biogas è minima e tale da essere completamente utilizzata dai vegetali per il proprio processo di fotosintesi clorofilliana (la pianta assorbe la CO2 ed emette l’ossigeno). Le tanto pericolose quanto “famose” polveri sottili, quelle che portano le amministrazioni comunale ad imporre il blocco del traffico degli autoveicoli, sono pressoché inesistenti. Infatti, “digerendo” gli scarti agroalimentari viene prodotto metano, un gas assolutamente naturale nella cui combustione non sono mai state riscontrate emissioni di polveri sottili. Infine, l’impianto è stato progettato al fine di convogliare tutte le possibili emissioni maleodoranti ad un sistema di abbattimento chimico-biologico interno che degrada in questa maniera tutte le molecole odorigene.

martedì 23 febbraio 2010

RegenerCel, il nuovo network dedicato ai negozianti di Telefonia mobile

Il Celluvale presenta RegenerCel, un network di programmi di affiliazione dedicati a negozianti sul territorio italiano per la raccolta, permuta e monetizzazione di telefonini disusi che, una volta raccolti, vengono rigenerati per la re-immissione sul mercato in contesti sociali definiti da un'esigenza di comunicazione al passo con i tempi e, soprattutto, a portata di portafoglio.

RegenerCel, Programma di Affiliazione per Negozianti di Telefonia mobileRegenerCel intende coinvolgere tanto il privato quanto il negoziante in un'unica filiera aziendale: dalla Permuta di un vecchio telefonino per uno nuovo alla raccolta di telefonini rotti, usati o comunque inutilizzati, passando per la rigenerazione del rifiuto tecnologico con l'obiettivo di smaltire attivamente il materiale raccolto attraverso la produzione di un telefonino nuovo a tutti gli effetti. Il nuovo cellulare rigenerato viene quindi immesso in mercati caratterizzati da una forte domanda tecnologica, conseguenza della necessità di coprire il GAP comunicativo con i Paesi tecnologicamente più avanzati.

RegenerCel è pensato per i negozianti ed i rivenditori di telefonia mobile, elettronica, etc. (anche on-line) che desiderano offrire  un nuovo servizio ai propri clienti ed incrementare le proprie possibilità di guadagno. Il tutto attraverso un servizio innovativo, rispettoso dell'ambiente e semplice da gestire. Il Negoziante si propone come Punto di Raccolta dei telefonini usati (funzionanti o rotti) dei suoi clienti offrendo loro un servizio esclusivo capace di gratificali economicamente. Un indotto in cui ogni componente della filiera (Negoziante / Cliente - Promotore / Privato) guadagnerà sul potenziale rifiuto Hi-Tech.

Per maggiori informazioni:

Ricevi la brochure in PDF di RegenerCel (solo per attività commerciali)
Scrivi a info [at] ilcelluvale.it
telefona al numero verde 800589280
aggiornati in tempo reale su FaceBook

Brevi note sulla regolamentazione italiana dei rifiuti Hi-Tech - Un telefonino disuso appartiene alla categoria Rifiuti Speciali. In Italia lo smaltimento di questi rifiuti (problema comune a tutti i Paesi tecnologicamente avanzati) è demandato a Centri di Raccolta dipendenti dalle amministrazioni locali che solitamente (ma non sempre) affidano l'onere della raccolta a società private. I Consorzi provinciali organizzati in Isole Ecologiche, verso cui convergono i materiali hi-tech da smaltire, sono l'unica soluzione disponibile per disfarsi dei rifiuti speciali. Non tutte le provincie però sono attrezzate per questa particolare raccolta differenziata e, quando lo sono, non sempre sono organizzate per un servizio di raccolta a domicilio demandando al cittadino (eventualità non rara) l'onere di portare il suo personale rifiuto tecnologico al centro di raccolta.

ZOLA PREDOSA: "BERNADETTE E LOURDES"




Il direttore di "riflessi online" Luigi la Gloria

presenta a ZOLA PREDOSA  "BERNADETTE E LOURDES"

il 5 marzo 2010 presso il Ristorante Nuovo Parco dei Ciliegi

 

Riflessi nasce dalla casuale ma certamente propizia aggregazione di alcune individualità che fino ad oggi non hanno mai tentato esperienze nell'ambito giornalistico; essi, come me, sono sedotti dalla possibilità di scrivere in libertà, di avere l'opportunità di esprimere il proprio pensiero in assenza di quell'opprimente soggezione provocata dall'inevitabile allineamento alle differenti tendenze che oggi incatena la quasi totalità del giornalismo.

Ed è con queste premesse che ci proponiamo di realizzare un periodico con un'anima eterogenea, uno strumento che avrà cura di accogliere in sè le istanze di coloro che hanno qualcosa di costruttivo e creativo da dire. Ciò ci consentirà di offrire, su differenti piani prospettici, approfondimenti sulla cultura del sapere e del sociale e ci darà l'opportunità di accogliere nuove ed antiche pulsioni artistiche che non hanno trovato o non trovano altra occasione di visibilità. E' nostro desiderio, infine, non trascurare gli eventi della "grande cronaca" e dare voce a tutte quelle realtà umane colpevolmente dimenticate.

Il progetto è dunque quello di coniugare la concretezza di una sana ricerca culturale ed artistica con un'equilibrata informazione a tutto campo, senza trascurare l'ambito letterario che per noi rappresenta un obbiettivo molto importante per il prossimo futuro. Infatti Riflessi On Line ha aperto una rubrica che si propone da una parte di presentare ai nostri lettori alcune opere di autori che riteniamo degni di attenzione e dall'altra la pubblicazione di racconti inediti che parteciperanno ad un concorso letterario che è nostra intenzione istituire nella nostra città il prossimo anno. La prima opera letteraria che ho recensito per il nostro pubblico è un romanzo storico molto garbato ed interessante edito da Reverdito: Bernadette e Lourdes. Ne sono autori Michele Cennamo e Franco Vaudo. Il romanzo nasce dall'idea di trasferire il resoconto della vita di Bernadette, ormai già parte della storia, in una narrazione vissuta e raccontata da un uomo, un giovane professore il quale, per ragioni di studio, si trova non lontano da Lourdes, quel remoto angolo nei Pirenei. Gli autori, dunque, dal desiderio di percorrere gli indecifrabili sentieri della natura umana, trasferiscono in quel giovane le loro segrete pulsioni. Fedeli all'ideale di concepire l'informazione solo come verità narrata, non surrogato delle proprie posizioni politico culturali, danno vita ad un personaggio che deve obbligatoriamente stare al di sopra delle parti, raccontare tutta la storia con professionale distacco, senza concedere il passo a nessun tipo di sentimento. Ed è con vero piacere che Sabato 6 Marzo ore 15,00 presenterò questo bellissimo romanzo presso il Ristorante Nuovo Parco dei Ciliegi a Zola Predosa vicino Bologna, assieme ad una giovane attrice, Sara Tamburello, della compagnia teatrale Theama di Padova, che reciterà alcuni passi del libro.

 

 Luigi la Gloria



--
Postato su CorrieredelWeb.it L'informazione fuori e dentro la Rete.




lunedì 22 febbraio 2010

Comunika: Master Ambiente Comunicazione Qualita' Sicurezza

ALITA', SICUREZZA, AMBIENTALE, SICUREZZA, COMUNICAZIONE, FORMAZIONE, QUALITA', SVILUPPO SOSTENIBILE;, SOSTENIBILITA', ENERGIA, STAGE, ROMA

VI EDIZIONE 

MASTER IN AMBIENTE 
COMUNICAZIONE QUALITÀ E SICUREZZA
 

AL VIA LA NUOVA EDIZIONE CON IMPORTANTI NOVITA' 

ORIENTAMENTO ALL'AMBIENTE 

IL LAVORO PASSA PER L'AMBIENTE 

Comunicare l'ambiente: mai come oggi è importante saper parlare di un tema sempre più trasversale, che interessa la politica come l'economia, la cronaca come la salute.

La conoscenza delle tematiche ambientali non è più prerogativa di una piccola parte di operatori dell'informazione, ma diventa un patrimonio condiviso per garantire ai cittadini una corretta informazione. Le numerose e varie opportunità offerte dal settore hanno fatto crescere la domanda nei confronti della nuova figura professionale del comunicatore ambientale.

Comunika, Istituto specializzato nella Formazione, Sviluppo e Comunicazione, risponde a tale richiesta con il Master in Ambiente, Comunicazione, Qualità e Sicurezza, che giunge alle VI edizione ampliato in termini di ore e di moduli didattici e con l'importante novità delle aree tematiche su qualità e sicurezza ambientale.

Obiettivo del percorso didattico è di formare comunicatori ambientali a 360 gradi, in grado di svolgere attività di informazione presso Enti, Pubbliche Amministrazioni, Associazioni e Scuole. La comunicazione ambientale diventa oggi indispensabile per promuovere comportamenti ecosostenibili, per costruire intorno alle tematiche ambientali una positiva adesione ai modelli di riferimento sul medio e sul lungo termine per favorire la gestione e la tutela del territorio.

Ascoltare i cittadini per conoscerne i bisogni, favorirne la partecipazione quali protagonisti delle scelte in materia ambiente: la tutela dell'ambiente riguarda tutti e nessun parco o impianto per la produzione energetica può essere realizzato senza il coinvolgimento, e il consenso, della comunità locale.

Ma trattare l'ambiente significa anche affrontare un argomento scientifico, che richiede un linguaggio appropriato ma allo stesso tempo chiaro e immediatamente fruibile dal pubblico. Non si può rischiare di parlare solo agli addetti ai lavori.

Il Master, che in prima battuta illustra un ampio iter  di orientamento  professionale al settore ambientale, forma e prepara professionisti capaci di operare nei diversi settori della comunicazione ambientale e delle relazioni esterne, all'interno degli uffici stampa e nell'organizzazione di eventi, approfondendo in particolare modo i nuovi aspetti giuridici in materia ambientale. Il fine ultimo, è quello di trasferire un patrimonio di competenze che, attraverso significativi periodi di stage presso Enti come Aiab, Ecoradio, Achabgroup, Delfia, Igeam, Ambiente Italia e molti altri ancora, permetta di integrare con le conoscenze sull'ambiente, la comunicazione, il giornalismo, il marketing, la ricerca sociale, il diritto ambientale, il turismo, ecc.   

Il Master si articola in 450 ore: 150 ore destinate alla formazione in aula e 300 ore alla parte pratica, sotto forma di Stage, per una durata minima di tre mesi (modalità part-time). 

Di seguito maggiori dettagli: 

Alcune delle figure professionali che il Master mira a formare 

  • Esperto di Relazioni Pubbliche e di Marketing Socio – Istituzionale;
  • Esperto della partecipazione locale per lo sviluppo sostenibile;
  • Esperto di Strategie di Comunicazione Ambientale;
  • Documentarista e Divulgatore di temi Ambientali in Associazioni culturali, Scuole ed Enti per il turismo;
  • Responsabile Ufficio Stampa;
  • Operatori di Turismo sostenibile;
  • Giornalisti in ambito ambientale;
  • Coordinatori della Comunicazione delle Associazioni Ambientaliste;
  • Portavoce politico;
  • Coordinatore politico ambientale di partiti  e candidati.
 

Sbocchi occupazionali

Enti Pubblici del Territorio, Aziende ed Imprese del settore, Testate Giornalistiche, Radio, Tv, Agenzie pubblicitarie, di consulenza e di comunicazione.

PROGRAMMA

LAVORARE NEL SETTORE DELL'AMBIENTE 
 
Elementi di base di comunicazione

Pensare l'ambiente. Inquadramento storico-culturale dell'ecologismo 

- Cause ed evoluzione della cultura antiecologica occidentale

- Nascita del pensiero ecologista. Le precondizioni culturali

- Proto-ecologismo e neo-ecologismo

- Temi e visioni della cultura ecologista

- Le strategie ecologiste 
 
Lobbying ambientale 
 
 - Le associazioni ambientaliste 
 - Il ruolo della magistratura e della giurisprudenza 
 - I grandi processi 
 - Attività di pressione politica ambientale

Strumenti di Comunicazione Ambientale 
 
 - Chi è l'addetto stampa ambientale 
 - Come lavora l'ufficio stampa 
 - Preparare un comunicato stampa e una conferenza stampa 
 - Lavorare in redazione: i luoghi della Comunicazione
 
 
Comunicare l'Ambiente 
 
 - L'ambiente nei media 
 - Il comunicatore ambientale 
 - La comunicazione istituzionale ambientale 
 - Il posizionamento 
 - Comunicazione di crisi 
 - Fattore nimby 
 
Legislazione ambientale 
 - L'unione europea e l'ambiente: gli strumenti di politica ambientale comunitaria 
 - L'Italia e l'ambiente: gli strumenti di politica ambientale nazionale 
 - Le normative di settore

L'ambiente per la collettività 
- Il piano di Comunicazione ambientale 
- Case history: esperienze di comunicazione di un'associazione ambientalista e di un ente locale 
 
Comunicare i rifiuti 
 - Basi normative nazionali e comunitarie 
 - La gestione dei rifiuti in Italia: dalla raccolta differenziata all'incenerimento 
 - Una campagna di comunicazione sui rifiuti 
 - Best practices

Comunicazione politiche ambientale 
 
- Comunicare il partito dei Verdi 
 - Il ruolo del comunicatore di un partito 
 - Le campagne elettorali "verdi" 
 - La comunicazione del Ministero dell'Ambiente 
 - Case history

L'energia: un problema ambientale 
- Le fonti energetiche 
- L'uso e le politiche energetiche  
- L'inquinamento 
- Quale futuro per l'energia

L'ambiente per l'impresa 
- L'ambiente come fattore critico di successo 
- Verso una comunicazione più sostenibile 
- Case history

Radio e TV per comunicare l'Ambiente 
- Comunicazione e linguaggio radio e Tv 
- Tecniche di promozione radio e tv e new media 
- Interviste radio e tv  
- Case histoty 
- Esercitazioni
 
 
Qualità e Gestione Ambientale I  
I modelli organizzativi per la gestione sostenibile delle organizzazioni
 
- La variabile ambientale nella gestione aziendale  
- I sistemi di gestione ambientale (ISO 14001 - EMAS) 
- Analisi ambientale 
- Documentazione del Sistema di Gestione Ambientale 
- Auditing Ambientale 
- Dichiarazione Ambientale 
- I percorsi di certificazione e registrazioni degli enti di verifica 
- Sistemi di gestione volontari (Gestione dell'Energia, Salute e Sicurezza sul lavoro)  
- Gli indicatori della sostenibilità ambientale

Sicurezza ambientale 
- Classificazione del rischio ambientale 
- Sistemi di controllo di sicurezza ambientale 
- Impianti a rischio incidente rilevante 
- Gestione dei casi di emergenza tossicologica 
- Strumenti per la prevenzione e il risanamento ambientale

Qualità  e Gestione Ambientale II 
I modelli produttivi della sostenibilità dei prodotti 
- La comunicazione ambientale nel marketing aziendale  
- Le norme volontarie (ISO 14020) sulle etichette e marchi ecologici 
- Lo strumento LCA 
- La dichiarazione Ambientale di prodotto 
- L'Ecolabel europeo

Iter di Orientamento all'Ambiente 
- Il mercato del lavoro e la situazione italiana 
- Individuazione di competenze, desideri ed obiettivi professionali 
- Gli strumenti di comunicazione con il mercato: curriculum vitae, lettere di presentazione,   colloquio di selezione 
- Le tecniche di ricerca del lavoro 
- L'individuazione degli attori nel settore ambientale 
- Le figure e i percorsi professionali nell'Ambiente

CORPO DOCENTE

Sara Fioravanti  
Giurista dell'Ambiente. E' esperta di legislazione ambientale nazionale ed internazionale. Dal 1998 lavora nella direzione legale legislativa del WWF Italia, dove segue questioni politiche ambientali parlamentari e governative. E' autrice di documenti, articoli e libri su tematiche ambientali ed ha un'esperienza pluriennale come docente in corsi di specializzazione e post universitari 
Felix Lecce 
Esperto di Comunicazione 
Roberto Pagliuca 
Marketing communication Manager, con esperienza acquisita nelle aree commerciale, marketing e comunicazione di Telecom Italia, TIM e BNL, è stato responsabile del Viaggio della Fiamma Olimpica di Torino 2006, il più grande evento itinerante mai organizzato in Italia. Negli ultimi anni ha specializzato il suo profilo nella Comunicazione intorno ai temi dell'Ambiente e della Sostenibilità come Direttore Generale di Delfia Srl e Segretario Generale di FederBio  
Marta Geranzani 
Biologa, esperta di gestione integrata dei rifiuti e nelle tematiche connesse, lavora da più di dieci anni nel settore, prestando la propria professionalità prevalentemente nella Pubblica Amministrazione. Attualmente lavora presso il Comune di Roma e ha maturato la sua esperienza pressi l'APAT e l'ARPA Lombardia per la programmazione e la progettazione nella materia.  
Danilo Selvaggi 
Responsabile Relazioni Istituzionali della Lega per la Protezione degli Uccelli (LIPU). Si occupa di cultura ecologica e politiche ambientali, con particolare riferimento alle attività parlamentari sulle tematiche naturalistiche. Fondatore e già direttore del Centro di Cultura Ecologica di Roma, consigliere del Ministro dell'Ambiente nel Governo Prodi 2006. E' laureato in filosofia e studia i risvolti socio-culturali e filosofici dell'ecologismo. Ha curato l'edizione di due volumi dell'Osservatorio sulla Biodiversità, di cui è direttore culturale. 
Federica Penna 
Esperta di tecniche di promozione media Radio-televisive. È responsabile promozione Media e Progetti Speciali di WWF  Italia. Ormai da diversi anni collabora con la Rai  Radiotelevisione Italiana in qualità di Produttore Esecutivo 
Augusto Peruzzi 
Laureato in Economia e Commercio, è Responsabile Gruppo di Audit e Consulente di Sistemi di Gestione Ambientale certificato CEPAS ed esperto di gestione ambientale e di sviluppo sostenibile. Membro del Consiglio di Amministrazione di Igeam S.r.l. e responsabile delle Business Unit "Management & Sostenibilità", è stato docente presso l'Università degli Studi di Cassino ed è docente di corsi accreditati CEPAS presso UN, UNIFORM, Dasa Academy e ANGQ per la gestione ambientale. Membro del Gruppo di Lavoro UNI GL1 "SISTEMI DI GESTIONE AMBIENTALE"  e del Comitato direttivo di ASSORECA. È infine autore di numerose pubblicazioni ambientali.  
Elisabetta Di Caprio 
Chimico, esperto in tecnologie di monitoraggio dei microinquinanti in matrici ambientali presso Istituzioni Pubbliche di protezione dell'Ambiente e del Territorio. Attualmente coordina il dipartimento di Igiene Industriale in Eni Spa per gli impianti a rischio incidente rilevante. 
Giancarlo Fiorito  
Economista dell'Energia. Laureato all'Università di Ginevra, si è poi specializzato al Politecnico di Losanna. Si occupa principalmente di sistemi ad idrogeno e fotovoltaici. È attualmente impiegato presso il Centro Studi di un'agenzia governativa sulle politiche energetiche e le statistiche dell'energia. Dopo aver collaborato con ecoblog.it, cura attualmente un blog personale  
Claudia Carmenati  
Giornalista Pubblicista, è account di Comunicazione politico-istituzionale specializzata nelle tematiche ambientali. In qualità di addetto stampa lavora per WWF Italia, Regione Marche, Anas e Italia Lavoro   
Andrea Pietrarota 
Sociologo della comunicazione - Scientific Bureau Coordinator Rimini Fiera 


Alessandro Pornaro  
Consulente di Carriera 
Adriano Mingarelli 
Coordinatore Regione Lazio Asitor - Associazione Italiana per l'Orientamento;  
Responsabile Area Comunicazione Comunika

Inizio previsto  
Aprile 2010 

Sede lezioni  

Centro Congressi Cavour, 
Via Cavour, 50/a 
00 Roma
 
 
 

Stage 

Il Master, ponte ideale tra cultura e lavoro, garantisce, a seguito della prova finale, l'esperienza diretta sul campo tramite lo stage presso Associazioni ambientaliste, Istituzioni, Aziende, Società di comunicazione ambientale ed Enti. Di seguito alcune delle realtà partner di Comunika: Aiab – Associazione Italiana per l'Agricoltura Biologica, Delfia – Comunicazione tra Economia e Ambiente, Achabgroup s.r.l - Rete Nazionale di Comunicazione Ambientale, Ecoradio, Italia Nostra, Igeam, Lipu, Rinnovabili.it, Ambiente Italia, Centro Antartide, Gf Ambiente e molte altre ancora  

Quota di partecipazione 

Il costo del Master è di euro 3.500,00 + IVA (con possibilità di rateizzare l'importo in tranche mensili); la quota comprende: materiali didattici, dispense, tutoring, partecipazione a workshop e attività esterne. E' possibile attivare pagamenti personalizzati. 

Borse di Studio  

Sono previste due Borse di Studio a copertura totale del valore di  3.500,00 + Iva, Borse Parziali ed Agevolazioni. 

Selezioni 

Per partecipare alle selezioni è necessario inviare il Curriculum Vitae al seguente indirizzo e-mail: master@comunika.org, indicando il Rif. "Master in Ambiente Comunicazione Qualità e Sicurezza". 

Per maggiori informazioni, cliccare www.comunika.org/leggi_master.aspx?ref=3

oppure contattare la Segreteria Organizzativa allo  06. 44291240 .


Riccardo Luna, direttore di Wired, è stato intervistato da Dialoghi Digitali, la rubrica di Ciaoblog

Riccardo Luna, direttore di Wired Italia, intervistato da Ciaoblog per la rubrica Dialoghi Digitali parla del Nobel per la Pace a Internet e del Decreto Romani

Riccardo LunaCiaoblog ha intervistato Riccardo Luna. L'intervista al direttore di Wired Italia è stata pubblicata nella rubrica Dialoghi Digitali del magazine dedicato al web 2.0, e segue, tra le altre, quelle di Pietro Scott Jovane, Federico Marchetti, Franco Bernabè e Vittorio Zambardino.

Nell'intervista Luna ha ripercorso tutte le tappe più importanti della sua carriera di giornalista, dall'esperienza in Silicon Valley quando collaborava con Repubblica, al lancio di Wired Italia, fino alla campagna che lo sta occupando in questi mesi, e che vede Wired portavoce della candidatura di Internet a Premio Nobel per la Pace 2010. Proprio all'inizio di febbraio Luna ha incassato ad Oslo l'ufficialità per la candidatura di Internet al Premio Nobel per la Pace, e a Ciaoblog ha dichiarato: "E’ questo il nostro Nobel: aprire una discussione mondiale sul senso profondo della rete. Ora quella campagna non è più mia, ma di tutti quelli che hanno aderito e che la stanno diffondendo".

Luna ha infine speso delle parole sul Decreto Romani auspicando ad una discussione bipartisan: "Non è una questione di governo, ho trovato clamorosi casi di ignoranza o indifferenza in tutti e due gli schieramenti. C’è un lungo lavoro da fare presto, tutti assieme".

***

Ciaopeople è un gruppo di portali web che veicola il 10% del traffico globale italiano con social nework, nano publishing, micro blogging, e-commerce e applicazioni facebook.
Fondatore e CEO è Gianluca Cozzolino, già fondatore di Nascar, web agency leader nel Sud Italia.

Ciaoblog | oltre il 2.0, è un magazine interamente dedicato all'hitech e al web 2.0. Luogo di dialogo e confronto è la rubrica Dialoghi Digitali che raccoglie le interviste esclusive rilasciate dai pionieri della rete.

Davide Nunziante
Press Office www.ciaopeople.com
pressoffice [at] ciaopeople.com
+39 3498306574

RIMINIFIERA 1° QUARTIERE FIERISTICO INTERNAZIONALE con RISTORAZIONE DOTATA DI STOVIGLIE MONOUSO COMPOSTABILE

RIMINI FIERA E' IL PRIMO QUARTIERE FIERISTICO A LIVELLO INTERNAZIONALE A SCEGLIERE SOLO MONOUSO COMPOSTABILE PER LA RISTORAZIONE. ACCORDO PLURIENNALE CON NOVAMONT PER EVENTI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE

Novara / Rimini, 19 febbraio 2010 – Il Gruppo Rimini Fiera conferma la leadership nel campo della sostenibilità con la scelta delle stoviglie monouso compostabili per tutti i suoi eventi fieristici. Novamont SpA, Rimini Fiera spa e Summertrade (società del Gruppo Rimini Fiera che si occupa di ristorazione, catering e banqueting) hanno firmato un accordo di collaborazione pluriennale, che coinvolge anche partner quali Comieco (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica), Seda SpA (azienda internazionale nel settore del packaging) e Hera Rimini (società operativa territoriale per la gestione dei rifiuti urbani).

L'obiettivo è quello di sviluppare l'attuale sistema di raccolta differenziata e di potenziare la comunicazione nei confronti di espositori e visitatori che permetta di avviare al compostaggio frazioni crescenti di rifiuti organici della ristorazione fieristica raggiungendo importanti risultati in termini di riduzione della CO2.

La collaborazione prevede che nel polo fieristico di Rimini tutti i punti di ristoro utilizzino prodotti di catering biodegradabili e compostabili in Mater-Bi, la bioplastica sviluppata da Novamont contente risorse naturali di origine agricola, abbinata alla carta/cartoncino e altri materiali certificati.

Tutte le stoviglie monouso sono infatti biodegradabili e compostabili naturalmente ai sensi della norma internazionale UNI EN 13432. Il Mater-Bi, accoppiato alla carta, è in grado di garantire resistenza e tenuta utilizzando risorse rinnovabili. Diminuisce le emissioni di gas ad effetto serra, riduce il consumo di energia e di risorse non rinnovabili, completa un circolo virtuoso: le materie prime di origine agricola tornano alla terra attraverso processi di biodegradazione o compostaggio senza il rilascio di sostanze inquinanti.

Lo scopo è quello di ridurre progressivamente l'impatto ambientale delle manifestazioni che si svolgeranno presso il polo fieristico riminese, sviluppando nuovi scenari sostenibili di consumo e di gestione degli scarti, rendendoli utilizzabili per altri processi e conferendo loro un nuovo valore economico. Novamont e Rimini Fiera provvederanno anche ad effettuare un LCA (Life Cycle Assessment) del sistema con il supporto del Kyoto Club e di AzzeroCO2.

In particolare, sarà estesa la raccolta differenziata della frazione organica a tutti i punti di ristoro e, grazie alla collaborazione con Hera, i rifiuti saranno conferiti e trattati in impianti di compostaggio. Inoltre, sarà definita con Rimini Fiera una campagna di comunicazione, che coinvolgerà anche il Comune di Rimini, per valorizzare la scelta effettuata e sensibilizzare i visitatori rispetto all'importanza di un corretto conferimento dei rifiuti.

Saranno quindi sostituiti piatti, posate, bicchieri e tazzine in distribuzione nei punti ristorazione presenti a Rimini Fiera e sin qui prodotti in materia plastica.

La portata di questa 'buona pratica' è chiaramente rappresentata dai numeri del consumo: Rimini Fiera dispone di due ristoranti, tre free-flow, nove bar, una gelateria e due pizzerie-kebab. Ogni anno vengono utilizzati circa 2,5 milioni di oggetti tradizionali e realizzati in materiale plastico tradizionale. Da oggi, tutto ciò non sarà più un rifiuto indifferenziato, ma potrà contribuire a incrementare la percentuale di rifiuti avviati al compostaggio e sottratti alla discarica.

L'iniziativa prende il via in occasione della manifestazione Sapore, in programma dal 21 al 24 febbraio prossimi all'interno del quartiere fieristico riminese.

Ecozema e GierreTrading, fornitori di Summertrade con tutti i prodotti monouso compostabili, saranno presenti a Sapore: padiglione B3, stand 71.


***

Novamont SpA, partecipata da Banca Intesa San Paolo e Investitori Associati, è leader nella produzione di bioplastiche ricavate da materie prime rinnovabili di origine agricola. Con 170 dipendenti (il 30% dei quali operativo nelle aree R&S), ha destinato oltre il 10% del proprio fatturato 2008 (pari a 62 milioni di euro) al settore ricerca e sviluppo. Vanta una capacità produttiva complessiva di 80.000 tonnellate annue. La società detiene un portafoglio brevetti che comprende 90 famiglie brevettuali e 800 depositi internazionali. Ha sede a Novara e stabilimenti produttivi a Terni. È presente direttamente o attraverso distributori in Germania, Francia, Benelux, Scandinavia, Danimarca, Regno Unito, Stati Uniti, Cina, Giappone, Australia e Nuova Zelanda.

Rimini Fiera SpA fa parte di E.M.E.C.A., l'Associazione dei Grandi Quartieri Fieristici Europei e di UFI (l'Union des Foires Internationales). L'assetto societario della SpA riminese vede quali soci pubblici Comune di Rimini, Provincia di Rimini e CCIAA con quote eguali e per il restante 14,88 % contempla soci privati. Rimini Fiera è certificata ISO9001:2000; ha inoltre la certificazione ambientale UNI EN ISO 14001:2004. Rimini Fiera SpA chiude il 2009 con un preconsuntivo di 48,7 milioni di euro di ricavi. Il consolidato del Gruppo porta ad un preconsuntivo del valore della produzione complessivo di 78,5 milioni di euro. Rimini Fiera ha in calendario (tra annuali e biennali) 37 manifestazioni, 11 delle quali con la qualifica internazionale. In totale nel 2009, Rimini Fiera Spa ha registrato 11.209 espositori, 1.895.980 visitatori e 1.153.482 metri quadrati venduti.



Contatti stampa Novamont:
Carl Byoir & Associates – 02.3314593
Francesca De Sanctis - fdesanctis@carlbyoir.com
Sabina Lenaz - slenaz@carlbyoir.com


Contatti stampa Rimini Fiera:
+39-0541-744510
responsabile: Elisabetta Vitali;
coordinatore ufficio stampa: Marco Forcellini;
addetti stampa: Nicoletta Evangelisti Mancini, Alessandro Caprio

 

 

domenica 21 febbraio 2010

Ecolamp: raccolte 1000 ton lampade esauste

Ecolamp a un passo dalle 1.000 tonnellate di lampadine raccolte 
 

Ecolamp, in occasione del Carnevale di Venezia, annuncia il raggiungimento di 939 mila chilogrammi

di lampadine esauste raccolte in tutta Italia  

Milano, 15 febbraio 2010 – Il Consorzio per la raccolta e il trattamento delle lampadine a basso consumo esauste ha rilasciato oggi i dati relativi alla raccolta nel periodo gennaio 2009 - 4 febbraio 2010: un totale di 938.995 chilogrammi di lampadine raccolte in tutta Italia. Un successo che ci avvicina sempre più agli standard europei, frutto di un profondo impegno nella sensibilizzazione degli italiani verso la tematica ambientale.  

La raccolta attraverso il conferimento dei privati presso le isole ecologiche comunali ha inciso per il 64% sul totale, pari a 599.074 chilogrammi, mentre il 36% delle lampadine sono state conferite attraverso il servizio ExtraLamp, il ritiro gratuito dedicato agli operatori professionali, per un totale di 339.921 chilogrammi.

In cima alla classifica totale delle province più virtuose troviamo Milano con 136 mila chilogrammi raccolti, segue Bergamo con 79 mila, Treviso con 53 mila, Varese e Vicenza (38 mila circa), Padova (32 mila) e Roma (29 mila). Primeggiano nella raccolta, dunque, la regione Lombardia e la regione Veneto, senza dimenticare le buone prestazioni, in relazione al numero di abitanti, di province come Bolzano (23 mila) e Udine (21 mila).

Per quanto riguarda il servizio ExtraLamp, ai primi posti troviamo Milano (84 mila chilogrammi raccolti), Bergamo (26 mila), Roma (19 mila), Brescia (13 mila), Treviso (13 mila), Padova (12 mila). 

La raccolta ha permesso il recupero di circa 100 chilogrammi di mercurio, una quantità indubbiamente considerevole se pensiamo che l'assunzione di pochi millesimi di microgrammi può causare intossicazioni, nonché gravissimi problemi di tipo neurologico, respiratorio e cardiocircolatorio, e che pochi grammi possono danneggiare l'intera fauna e flora del Lago Maggiore. 

Esprime grande soddisfazione il Direttore Generale di Ecolamp, Fabrizio D'Amico: "Da gennaio 2009 al 4 febbraio 2010 abbiamo raggiunto l'ambizioso obiettivo di raccogliere quasi 1.000 tonnellate di rifiuti derivanti da sorgenti luminose esauste. Per noi di Ecolamp, questo è uno stimolo significativo e una conferma che la strada percorsa fino ad ora è quella corretta. Abbiamo scelto di investire molto in comunicazione ed attività di educational, anche qui a Venezia. Riteniamo, infatti, che sia proprio questo il primo tassello su cui costruire una nuova sensibilità e un corretto costume, insieme alla sinergia con le istituzioni e le amministrazioni comunali." 

     www.ecolamp.it
diffusione:  www.corrieredelweb.it



sabato 20 febbraio 2010

KeyEnergy: Corsi formazione ANEV-UIL sull' eolico: pubblicati i programmi, le date e le schede per l'iscrizione. Formazione, lavoro e stage formativi.

Corsi di formazione 2010 ANEV/UIL sull'eolico: pubblicati i programmi, le date e le schede per l'iscrizione. Formazione, lavoro e stage formativi.

Parte il programma 2010 di Alta Formazione sull'eolico a cura di ANEV e UIL sulla scia del grande successo del 2009. L'offerta formativa di primo e di secondo livello sull'eolico organizzata da ANEV e UIL congiuntamente promuovono i corsi 2010 per soddisfare le numerose richieste pervenute. I programmi, le informazioni e le procedure amministrative per l'iscrizione ai corsi generalisti e di specializzazione, sono da oggi disponibili nella sezione documenti/formazione del sito dell'associazione www.anev.org

Due i corsi di base previsti nel 2010 entrambi a Roma, il primo in concomitanza con la Giornata Mondiale del Vento dal 24 al 27 maggio e il secondo in occasione di Eolica Expo dal 6 al 9 settembre; nonostante i costi di iscrizione non abbiano subito modifiche, anche quest'anno sono state riservate particolari agevolazioni per tutti gli Associati ANEV e per le registrazioni tempestive.

Gli altri due corsi specialistici organizzati nel 2010 saranno invece dedicati prioritariamente a chi ha già frequentato i corsi di base e si terranno entrambi presso RiminiFiera in occasione di Key Energy, manifestazione leader sui temi dell'energia sostenibile: il primo sul minieolico i giorni 3 e 4 di novembre, mentre il secondo sui Certificati Verdi e sul Trading i giorni 5 e 6 di novembre.

Parte quindi con grande impegno da parte degli organizzatori il secondo ciclo della formazione ANEV UIL sull'eolico, con il completamento dei programmi, quattro corsi di formazione, due generici e due specialistici, che completano l'offerta formativa per l'anno 2010, attestandosi come il più completo e funzionale del settore.

La novità dei due corsi specialistici, riservati prioritariamente ai frequentatori dei corsi base e che si terranno in concomitanza con Ecomondo e KeyEnergy a Rimini, consente anche un approfondimento specialistico sui temi di principale attualità, il trading di energia elettrica da FR e i Certificati Verdi da un lato e il minieolico dall'altro, a chi già è del settore ovvero ha già conoscenze di base del settore eolico.

Lo sforzo effettuato per l'anno in corso è stato di rendere ancor più ricchi di contenuti ed esercitazioni pratiche le consuete elevate esperienze formative precedenti, mantenendo l'esperienza di visita ad un sito eolico con l'assistenza tecnica dei tecnici del medesimo. I corsi 2010 si caratterizzano anche per una logistica semplificata a favore della frequenza, di un'assistenza completa per i partecipanti, oltre alla opportunità unica di essere inseriti nell'apposita banca dati "certificata" a disposizione dei principali operatori del settore.

Infine anche per quest'anno verranno scelti tra i richiedenti partecipanti due stagisti che potranno completare la loro formazione con un periodo presso l'associazione nazionale energia del vento.

Compresi nel prezzo, la giornata di trasferta presso il parco eolico, tutti i materiali didattici, l'ingresso alle manifestazioni ospitanti, i pranzi e i coffee break, l'attestato di partecipazione, l'inserimento nella banca dati nonché la giornata finale di follow-up.

Nella sezione documenti/formazione del sito www.anev.org e nel sito www.uil.it sono disponibili i programmi e i moduli di iscrizione per tutti i corsi.

Per ulteriori informazioni:

ANEV - Associazione Nazionale Energia del Vento - è l'associazione di protezione ambientale, riconosciuta ai sensi della Legge 8 luglio 1986 n. 349, costituita nel luglio 2002 che vede riuniti oltre 2.000 soggetti rappresentanti il comparto eolico nazionale in Italia e all'estero, tra cui produttori e operatori di energia elettrica e di tecnologia, impiantisti, progettisti, studi ingegneristici e ambientali, trader elettrici e sviluppatori che operano nel rispetto delle norme e dei regolamenti Associativi. L'ANEV è membro di Confindustria Energia ed è l'Associazione Italiana presente nel Board direttivo delle corrispondenti associazioni Europee e Mondiali quali il WWEA–GWEC–EWEA
oltre ad aderire a UNI–CEI-AIEE. Tra gli scopi dell'Associazione vi è quello di concorrere alla promozione e utilizzazione della fonte eolica in un rapporto equilibrato tra insediamenti e natura, nonché quello di promuovere la ricerca e lo sviluppo tecnologico finalizzato all'utilizzo della risorsa vento e all'uso razionale dell'energia, oltre che alla diffusione di una corretta informazione basata su dati reali.
L'obiettivo di conciliare lo sviluppo della produzione di energia pulita con le necessarie tutele di valorizzazione e salvaguardia del territorio, ha portato l'ANEV a intraprendere una stretta collaborazione con le principali associazioni ambientaliste che ha portato alla sottoscrizione di un Protocollo d'intesa con LEGAMBIENTE, WWF e GREENPEACE finalizzato a diffondere l'eolico tutelandone il corretto inserimento nel paesaggio. L'ANEV si pone, grazie alla sua esperienza specifica e all'alta professionalità degli associati, come l'interlocutore privilegiato
nell'auspicato processo di collaborazione con le Istituzioni e con tutti gli organi di informazione sensibili ai temi ambientali e interessati alla divulgazione di una corretta informazione basata sull'analisi scientifica dei dati diffusi.

venerdì 19 febbraio 2010

Eric Pearl a Riccione

The Reconnection torna in Italia a Marzo dopo il successo dello scorso anno. www.TheReconnectionItalia.net

Per il secondo anno consecutivo, My Life Events porta Eric Pearl in Italia!
Dal 12 al 16 marzo 2010 infatti, presso l'Hotel Le Conchiglie di Riccione si svolgeranno i seminari di primo, secondo e terzo livello di The Reconnection.
Lo scorso Maggio i corsi di Eric Pearl hanno avuto un tale successo da richiedere un nuovo appuntamento per l'Italia. E anche quest'anno si e' vicini al tutto esaurito!

Eric Pearl a Riccione

I seminari hanno la finalità di formare operatori di guarigioni riconnettive verso se stessi e verso gli altri, in linea con quanto afferma Pearl nel bestseller di cui è autore: The Reconnection - Guarisci gli altri, Guarisci Te Stesso. Il libro è edito, per l'Italia, da My Life Edizioni, ed è disponibile all'acquisto su www.mylifestore.it.

Puoi trovare tutte le info sui corsi e sulle modalità di partecipazione ai seminari sul sito web www.thereconnectionitalia.net.

Una bella novita' di The Reconnection 2010 e' il corso per bambini dagli 8 ai 14 anni tenuto da Holly Hawkins. Si tratta di un corso con posti limitati dedicato a coloro che vogliono condividere con i propri figli i principi fondamentali a la pratica della guarigione riconnettiva.

Ti aspettiamo a Riccione con Eric Pearl!

Pubblicazione comunicati stampa internet
Maleva srl
www.maleva.it/marketing/
fabrizio.pivari (at) maleva.it

giovedì 18 febbraio 2010

Snav annuncia l'attivazione dei collegamenti con la Corsica


traghetti corsicaDa oggi chi prenota le vacanze in Corsica può contare su Snav per recarsi sull’isola. Il nuovo collegamento, che sarà effettuato sulla rotta Civitavecchia – Porto Vecchio, sarà operativo dal 1 luglio al 2 settembre 2010.

18 febbraio 2010 – Snav, compagnia di navigazione che congiunge alcune tra le più rinomate mete turistiche del Mediterraneo, annuncia ufficialmente l’apertura della linea per la Corsica. Il nuovo servizio, che sarà operativo a partire dal 1 luglio 2010, congiungerà le città di Civitavecchia e Porto Vecchio fino al 2 settembre.

Nel periodo indicato, i traghetti per la Corsica partiranno tutti i giovedì alle 13.00 dal porto di Civitavecchia, giungendo a destinazione alle 19.00. Sul percorso inverso è stata predisposta una corsa notturna, con partenza da Porto Vecchio alle 22.00 ed arrivo in Italia alle 7.00 del giorno dopo.

Al pari dei traghetti per la Sardegna e dei traghetti per la Sicilia, anche i traghetti per la Corsica mettono a disposizione dei passeggeri una vasta scelta di servizi di bordo, studiati per rendere comoda e confortevole la navigazione. A bordo dello Snav Toscana, che effettua il collegamento Civitavecchia – Porto Vecchio, i passeggeri troveranno: ristorante self service e ‘a la carte, cinema, area shopping, sala sky tv, spazi gioco per i bambini e tanto altro ancora.

Snav informa che anche sulle navi per la Corsica sono attivi i pacchetti del “Tutto Incluso”, offerte mirate e differenziate in base alle diverse esigenze dei clienti. E così, ad esempio, la promozione “Happy Car” dà la possibilità ad un viaggiatore con auto o moto al seguito di raggiungere la Corsica a partire da 25 euro. “Happy Family”, invece, è l’offerta per le famiglie, che a partire da 45 euro consente a due adulti più un bambino di imbarcare l’auto senza alcun costo aggiuntivo.  Interessanti promozioni, infine, anche per chi viaggia in camper o in moto.

Per saperne di più su modalità di viaggio, tariffe e promozioni riguardanti la Corsica, è sufficiente visitare la pagina dedicata sul sito Snav.
In alternativa, maggiori approfondimenti sono disponibili sul comunicato stampa ufficiale, consultabile all’indirizzo web http://www.snav.it/press/snav-attiva-il-collegamento-con-la-corsica.html

Snav ricorda che è possibile prenotare online direttamente sul sito web di Snav: basta accedere alla pagina delle prenotazioni e seguire il percorso previsto.

Snav spa
Ufficio booking
booking@snav.it