Comunicati stampa aziendali

pubblica gratis i comunicati stampa della tua azienda. Servizio offerto da Olympos Group srl: formazione e consulenza aziendale.

mercoledì 31 ottobre 2012

Calvizie e perdita dei capelli nell’uomo: un fenomeno che si accentua in autunno

La perdita dei capelli, spesso, è vissuta da molti uomini come un problema. Il diradamento, le stempiature, l''incipiente calvizie - eventi che in autunno aumentano la propria portata - possono avere sullo stato psicologico un impatto non del tutto trascurabile, che induce ad assumere comportamenti sbagliati o ulteriormente dannosi per i capelli stessi.

perdita dei capelli nell'uomo29 ottobre 2012 - La stagione autunnale, come è noto, determina un'accelerazione nel processo di perdita dei capelli nell'uomo. Si tratta di un fenomeno del tutto naturale: i capelli, infatti, così come ogni altra parte del nostro corpo, si rinnovano costantemente, e pertanto sono soggetti a un ciclo che va dalla crescita alla caduta, fino alla successiva ricrescita. Quando tuttavia il numero dei capelli ricresciuti è minore rispetto a quello dei capelli persi, allora è possibile notare diradamenti e stempiature. In questi casi, di conseguenza, si parla di perdita dei capelli anomala.

Su www.perditacapelliuomo.it, portale dedicato alla salute dei capelli, è possibile apprendere che quando il cuoio capelluto ci lancia segnali come il prurito alla testa, dolore al cuoio capelluto, oppure una particolare concentrazione di forfora, molto probabilmente è il caso di rivolgersi a un esperto in tricologia.

Per stabilire le cause e lo stadio di questo processo è necessario eseguire un check-up del cuoio capelluto, che da indicazioni della portata del fenomeno: è utile cioè a capire se esso è momentaneo, come avviene ad esempio durante i cambi stagione, o se la sua entità è da circoscrivere a motivi più importanti. Molto spesso la perdita dei capelli nell'uomo è dovuta infatti a disagi psicologici, allo stress, oppure a un'alimentazione scorretta e con mancanza di vitamine.

Di solito, il ricorso ad esperti del settore non viene inizialmente preso in considerazione, e si preferisce procedere ai cosiddetti rimedi "fai da te": l'uso di prodotti palliativi, l'evitare di pettinare o lavare i capelli, oppure, al contrario, il lavarli o tagliarli troppo. Questi sistemi, tuttavia, nella maggior parte dei casi danneggiano ulteriormente la situazione. Alcuni trattamenti farmacologici da un lato si possono dimostrare efficaci, ma d'altro canto possono presentare effetti collaterali più o meno gravi.

Esistono invece dei rimedi cosmetricologici correttivi che hanno lo scopo di rinforzare e prevenire la caduta dei capelli, come quelli proposti dall'Istituto Svizzero Dermes (www.dermes.it), che mette a disposizione esperienza e competenza affermata: grazie a queste caratteristiche e a tecnologie all'avanguardia, può aiutare che ne necessita a riconoscere le problematiche che causano la caduta dei capelli, elaborando quindi una cura tricologica duratura e risolutiva.

Fra i trattamenti proposti figura la laser-terapia che, affiancata da un trattamento cosmetricologico idoneo, costituisce un'ottima soluzione per contrastare la perdita dei capelli dovuta allo stress e all'inquinamento.

Una visita di tipo tricologico può rivelare molto a chi decida di cercare una soluzione valida per affrontare in maniera appropriata la calvizie e la perdita di capelli. Nonostante tali fenomeni debbano essere considerati normali, per chi ne soffre non sempre è facile accettare questo tipo di realtà. La soluzione può essere dunque quella di affidarsi a degli specialisti esperti e competenti, che non si preoccupino solo di risolvere il problema, quanto soprattutto di operare con empatia e sensibilità, per restituire ai propri assistiti l'autostima e l'aspetto desiderato.

La redazione di Media For Health

Autunno, periodo di perdita dei capelli nelle donne: quando e come correre ai ripari

Anche le donne sono soggette al problema della perdita dei capelli, specialmente durante i mesi autunnali. Quali sono le cause? Quali i sintomi che ci devono indurre a correre ai ripari? Come scegliere i prodotti più efficaci e gli integratori giusti per bilanciare la propria dieta? Ecco un piccolo vademecum per scoprire qualcosa in più sui nostri capelli.

perdita dei capelli nella donna31 ottobre 2012 - Con l'arrivo dell'autunno, la perdita dei capelli nella donna è un fenomeno che tende ad accentuarsi. Si tratta tuttavia di un evento che potremmo definire normale: questo perché qualsiasi componente del nostro corpo è soggetta a un proprio ciclo vitale che comprende nascita, sviluppo e morte. I capelli, allo stesso modo, subiscono questo tipo di percorso, che può intensificarsi, per l'appunto, in presenza di cambi di stagione o di eventi straordinari.

Le donne che affrontano una gravidanza, ad esempio, notano come nei mesi di gestazione i capelli fermino la propria attività di ricrescita, e come questa riprenda invece dopo il parto. Questo fenomeno molto spesso trae in allarme, perché dopo aver partorito è possibile che i capelli in fase di caduta siano in maggioranza rispetto a quelli in ricrescita, per cui si nota con maggiore facilità la loro perdita.

Queste sono cause che possiamo definire naturali, e che possono giustificare in maniera fisiologica la caduta dei capelli; ma quando è necessario iniziare a preoccuparsi e correre ai ripari adottando comportamenti "virtuosi"?

Esistono anche fattori esterni che possono portare alla caduta dei capelli, che possono essere molteplici: per esempio, possiamo citare il fumo, l'uso della pillola anticoncezionale, le patologie riguardanti la tiroide, il fegato, le ovaie, la depressione e molto altro ancora.

Non sono da escludere le diete drastiche o un'alimentazione carente di sali minerali e vitamine, indispensabili per far sì che il ciclo di vita del capello sia regolare. Anche dopo la menopausa è possibile assistere a una perdita dei capelli dovuta dal livello degli androgeni (ormoni maschili), presenti in quantità maggiore rispetto agli estrogeni (ormoni femminili). Dopo aver escluso le patologie citate, che necessitano di un parere medico specialista, attraverso un check-up tricologico è possibile sondare in maniera precisa lo stato dei capelli e del cuoio capelluto, in modo tale da seguire un trattamento cosmetricologico adeguato rispetto alle proprie esigenze.

Su www.perditacapellidonna.it, portale dedicato alla salute dei capelli, è possibile apprendere che quando il cuoio capelluto ci lancia segnali come il prurito alla testa, dolore al cuoio capelluto, oppure una particolare concentrazione di forfora, molto probabilmente è il caso di rivolgersi a un esperto in tricologia.

La consulenza di uno specialista, infatti, in questi casi è molto indicata, soprattutto per non cadere nella tentazione di utilizzare qualche metodo "fai da te" che il più delle volte può risultare un semplice palliativo, se non addirittura un ulteriore danno per i capelli. Sono molti, infatti, i prodotti presenti sul mercato che promettono soluzioni miracolose, ma che alla fine non danno i risultati sperati. Per avere un consulto professionale e accreditato, è possibile rivolgersi agli specialisti dell'Istituto Svizzero Dermes (www.dermes.it), che operano da più di vent'anni nel settore della cosme-tricologia ponendosi come punto di riferimento sul panorama internazionale.

La perdita dei capelli nella donna può rappresentare un vero e proprio trauma, poiché con questa parte del corpo spesso si fa riferimento anche al fascino e alla seduzione che essa veicola come arma. Poter contare sull'azione di esperti, pertanto, rappresenta per molte donne la possibilità di recuperare un rapporto più sano e felice con il proprio aspetto e, soprattutto, con la propria femminilità.

La redazione di Media For Health

Superfici minime n. 11

Auto noleggio a lungo termine per aziende, preventivi e vantaggi




Il mercato dell’autonoleggio è in forte espansione, in questo vasto panorama commerciale si inserisce una nuova opzione per il noleggio a lungo termine: http://www.noleggionoleggio.com/

Non più un semplice sito per cercare un’auto da noleggiare last minute, ma un portale con caratteristiche particolari che hanno lo scopo di rendere efficiente e gratificante la ricerca di un’auto da noleggiare in tempi rapidi e con un ampio ventaglio di scelta.

Lo scopo principale di noleggionoleggio.com è di avvicinarsi a ogni tipo di utenza per agevolare qualsiasi richiesta.

L’opportunità di noleggiare un’auto anche di alto profilo, per periodi medio-lunghi non è certo una caratteristica comune.

Infatti, il sito non si rivolge solo al singolo utente, ma tiene conto delle necessità d’imprese che richiedono mezzi aziendali da mettere a disposizione del personale e degli ospiti, senza preoccuparsi delle questioni gestionali riguardanti i mezzi.

Noleggionoleggio, si distingue per l’efficienza di tale servizio andando incontro alle aziende con prezzi concorrenziali molto abbordabili e mezzi in grado di sostenere qualsiasi percorso richiesto.
In più il costo del servizio è diluibile in corso d’uso, ciò consente un notevole risparmio e infinite problematiche di ordine burocratico.

Il sito, molto semplice e intuitivo è facilmente consultabile anche per chi non è un mago del pc.
Ti supportiamo dal primo momento, con consigli preziosi per le tue necessita, continuando anche dopo averti consegnato l’auto, ci preoccupiamo del settore burocratico cercando i migliori vantaggi per te.

Che tu sia un esperto o un neo patentato puoi contare sulla nostra assoluta collaborazione.
Il nostro motto è: Cerchi. Trovi. Guidi.

Che cosa chiedere di più?
Prova il nostro servizio, fai un preventivo per noleggio a lungo termine, cerca l’auto giusta per te e mettiti in contatto con noi.

noleggionoleggio.com il nuovo portale per chi vuole affidarsi a seri professionisti del settore.

Etichette: , ,

lunedì 29 ottobre 2012

Famila HabiMat Chieri ’76-Asti Volley 3-0

Nuovo record di presenze al PalaMaddalene per il Chieri ’76, nuova vittoria casalinga. Di fronte ad almeno 700 spettatori il Famila HabiMat riscatta il passo falso di Pinerolo e rinnova la tradizione favorevole con l’Asti Volley, centrando il quarto 3-0 fra campionato e coppa in altrettanti confronti interni nell’ultimo anno.
Numeri a parte, l’eredità che la partita lascia alle biancoblu (orfane dell’alzatrice Sonia Gioria a riposo per un leggero infortunio, ben sostituita da Silvia Bazzarone) è soprattutto una prestazione confortante, ottenuta contro avversarie in crescita che hanno confermato di saper giocare una buona pallavolo.

Famila HabiMat Chieri ’76-Asti Volley 3-0 (25-19/ 25-8/ 25-23)
FAMILA HABIMAT CHIERI ’76: Bazzarone 2, Gioia 13, Neriotti 7, Soriani 6, Burzio 8, Mautino 13; Magaraggia (L); Pesce 1, Levra Levron, Zannini, Nada. N.e. Fasano, Vergnano (2L). All. Gallo, 2° Marangio.
ASTI VOLLEY: Bernabé 1, Cortelazzo 6, Piolanti 8, Vinciarelli 4, Borgna 3, Tosi 4; Barbieri (L); Paternoster, Marcolina 3, Trevisan, Dametto. N.e. Dal Maso, Morra (2L). All. Rondinelli, 2° Visconti.
ARBITRI: Cogliati di Milano e Iacono di Gorizia.
NOTE: Durata set: 23′, 20′, 25′. Errori in battuta: 10-9. Ace: 7-4. Muri vincenti: 10-4.

La cronaca
Primo set – Due errori chieresi negli scambi iniziali permettono alle ragazze di Vincenzo Rondinelli di andare sull’1-3. Un muro di Gioia vale il 3-3, in seguito Cortellazzo e Tosi con 2 punti a testa portano la loro formazione sul 3-7. Dopo la prima sosta tecnica (5-8) il Famila HabiMat inizia ad aggiustare il tiro, per pareggiare sul 9-9 con Neriotti che schiaccia a terra dopo un muro. Il primo break si registra sul 12-10 con Gioia e un ace di Bazzarone. Il muro-difesa e il servizio del Chieri ’76 fanno la differenza a ridosso del secondo time-out tecnico (16-13), poi anche le ospiti ci mettono del loro con diversi errori. La frazione termina 25-19 con la battuta sbagliata da Bernabé.
Secondo set – L’equilibrio dura pochi scambi. Al primo tempo di Neriotti e al muro di Gioia (2-0) seguono due punti astigiani, poi inizia un monologo della squadra di Max Gallo. La trascinatrice è Caterina Gioia con 7 punti (compresi 2 ace) già realizzati sul 12-2. Gli ingressi nell’Asti di Dametto, Paternoster e Marcolina per Tosi, Cortelazzo e Barnabé incidono poco: il distacco arriva a +10 (15-5) con Mautino e Soriani, e sale a +15 (22-7) con Neriotti e Burzio. Nel mezzo l’esordio al PalaMaddalene di Simona Zannini che dà il cambio a Neriotti. Il set viene chiuso da Gioia con una schiacciata da posto 2 su alzata in bagher di Zannini dopo la difesa di Bazzarone.
Terzo set – La novità nell’Asti è Marcolina (al posto di Tosi) inserita nel sestetto titolare in diagonale con Barnabé. Prese per mano da Piolanti le biancorosse partono con un piglio più determinato, anche se sul 4-4 Mautino (3 punti, di cui 2 ace), Burzio e Soriani regalano un parziale di 5-0 per la loro squadra. Le ospiti accorciano le distanze grazie a qualche errore chierese (9-7) e si riportano di nuovo sotto da 11-7 a 11-10. La fase di punto a punto (14-13) è spezzata dal Chieri ’76 che sale a 16-13 con un attacco di Marcolina sul nastro e il muro di Bazzarone. Due errori astigiani, 2 punti di Mautino e un muro di Soriani danno alle biancoblu l’illusi one d’aver chiuso i conti (nel mezzo un altro esordio, quello di Irene Nada), invece dopo il 23-17 firmato Neriotti inizia la rimonta avversaria. Piolanti (23-19) e un doppio errore di Gioia (23-22) costringono Max Gallo a spendere entrambi i time-out discrezionali. Neriotti interrompe la serie negativa finalizzando in primo tempo il punto del 24-22, dopo una serie di grandi difese dell’Asti. Al 24-23 di Borgna segue infine il diagonale da posto 4 di Bruna Mautino che chiude l’incontro sul 25-23.

I commenti
Max Gallo: «Abbiamo fatto una buona gara contro una squadra in crescita, con una prestazione positiva soprattutto dal punto di vista del gruppo. Abbiamo battuto bene e murato bene, nei primi due set credo che queste fasi abbiano fatto la differenza. Non abbiamo fatto sentire la mancanza di Sonia Gioria: Silvia Bazzarone ha fatto una buona partita ben supportata dalle altre, dopo qualche errore iniziale ha ripagato la fiducia. Nel finale del terzo set loro sono cresciuti mentre noi siamo stati un po’ frenetici nel voler per forza chiudere, dovevamo restare più tranquilli, però anche questo fa parte del nostro percorso di crescita. Sappiamo di dover lavorare sulla continuità, da una partita all’altra, ma ancora di più all’interno della partita evitando di far rientrare gli avversari».
Silvia Bazzarone: «Ero un po’ emozionata per l’esordio da titolare davanti a questo pubblico. Devo ringraziare le ragazze che mi hanno aiutato, in particolare Sonia che mi ha sempre dato i suoi consigli nelle soste del gioco. Un voto alla mia partita? Mi do un 6».

www.chieri76.it

Piet collection

venerdì 26 ottobre 2012

La Magnifica Ossessione del MART, arte moderna e contemporanea in rilettura a Rovereto.

Il MART - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto celebra i suoi primi dieci anni di vita attraverso La Magnifica Ossessione, una mostra al MART di Rovereto della durata di quasi un anno (dal 26 Ottobre 2012 al 6 Ottobre 2013) che ridisegna la relazione delle sue collezioni con il pubblico, riflette sul proprio patrimonio artistico e intraprende un modo inedito di osservarlo. Aggiornamenti su Twitter #magnificaossessione

[Rovereto (TN), 26 Ottobre 2012] Per celebrare il suo primo decennale di vita il MART - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto (MART) presenta La Magnifica Ossessione, una mostra al MART di Rovereto che nella sua durata di quasi un anno (dal 26 Ottobre 2012 al 6 Ottobre 2013) ridisegna la relazione delle sue collezioni con il pubblico, riflettendo sul proprio patrimonio artistico e intraprendendo un modo inedito di osservarlo. Si tratta di raccolte ricchissime che il MART ha spesso presentato in prospettive tematiche, con focus di approfondimento di nuclei circoscritti, che con la occasione del traguardo dei dieci anni costruisce un panorama piu' esteso sulla collezione del museo trentino. Circa 1200 opere permetteranno di esplorare il patrimonio del MART nella sua integrita' ed eterogeneita', secondo una esperienza che avra' un impatto sul pubblico di inedita e inaspettata potenza.

La Magnifica Ossessione in mostra al MART - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e RoveretoSpesso un elemento ossessivo ha orientato il gusto dei collezionisti, e presente in molte delle raccolte donate o in deposito presso il MART. Da questa attitudine nasce La Magnifica Ossessione, una mostra che per quasi un anno intero, dal 26 ottobre 2012 al 6 ottobre 2013, occupera tutto il secondo piano del MART. Progetto senza precedenti per il MART, definita dal direttore del Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Rovereto, Cristiana Collu, con un accumulo di aggettivi: Autodidatta, rabdomante, autodafe' di opere. Succube o protagonista, collezione ricompos ta, perturbante e conturbante, maniacale e feticista. Oscuro oggetto del desiderio. Segreto, condivisione, ebbrezza, festa. Vertigine della mescolanza.

Per costruire La Magnifica Ossessione il MART ha dedicato in toto le proprie risorse interne, affidandosi ad un vero lavoro di squadra. I curatori e conservatori coinvolti sono Nicoletta Boschiero con Veronica Caciolli, Margherita de Pilati, Duccio Dogheria, Daniela Ferrari, Mariarosa Mariech, Paola Pettenella, Alessandra Tiddia, Denis Viva, Federico Zanoner. "La Magnifica Ossessione" rivendica una visione radicalmente libera dei piani temporali; le opere sono accostate secondo un criterio che si potrebbe definire "anticipazione del presente", o "archeologia del futuro".

Per questo motivo il visitatore incontrera un percorso espositivo cronologico, ma che procede per forti slittamenti tematici. Le opere sono disposte senza gerarchie visive, mischiando le collezioni ed esaltando le differenze tra le categorie. Una rievocazione, in un certo senso, dello spirito dei salons ottocenteschi, esposizioni che rappresentavano un diverso modo di osservare le opere di arte. "La Magnifica Ossessione" propone una sensibilita prossima ai criteri del collezionismo e alle condizioni visive della realta, piuttosto che alla presunta neutralita ed asetticita delle sale espositive moderne e contemporanee. Allo stesso tempo, la esposizione va letta anche come un racconto delle attivita che riguardano le collezioni: la conservazione, il restauro, le relazioni istituzionali e lo studio. Aspetti fondanti e in perenne evoluzione della vita di un museo, che questa mostra al MART di Rovereto porta in superficie.

Da sottolineare una tematica trasversale l"intero percorso: quella della ricerca della identita stessa di un museo contraddistinto per la propria dinamicita: si parte dalle opere di Andrea Malfatti e lungo il XX secolo si giunge alla "Trento Ellipse" di Richard Long, realizzata con pietre di porfido trentino, passando per il Futurismo di Marinetti e Depero, arte degli anni Trenta con artisti come Giorgio Morandi, Filippo de Pisis e Massimo Campigli; e ancora una sezione dedicata a Mario Sironi e una al '900 russo per arrivare al dopoguerra con Renato Guttuso ed Emilio Vedova, alla Pop Art e al Minimalismo con Mimmo Rotella, Mario Schifano e Tano Festa, l'Informale e l'Arte Cinetica di Lucio Fontana, mentre la transavanguardia degli anni Ottanta e Novanta viene messa in relazione con disegnatori di comics quali Andrea Pazienza, Lorenzo Mattotti e testate di cultura anarchica e post-punk come Cannibale, RankXerox e Frigidaire, per approdare ai piu' recenti l inguaggi di Joseph Beuys, Irving Penn, Christian Boltanski, Alighiero Boetti e appunto Richard Long.

Per lo stesso motivo, "La Magnifica Ossessione" ospita anche nuovi lavori realizzati per il MART di Rovereto da artisti contemporanei che interverranno offrendo il loro sguardo alla successione storica delle opere, e interagendo con le stesse opere delle collezioni del MART: dalla residenza di Paco Cao, agli special guest Emilio Isgro', Liliana Moro, Christian Fogarolli e Paolo Meoni.

Tra i nuovi lavori in mostra fin dall'inaugurazione di "La Magnifica Ossessione" il 26 Ottobre - l'installazione site-specific di Paco Cao per "La Magnifica Ossessione" dal titolo "Invertito", parte del progetto di residency dell'artista asturiano "Gabinetto Psico-Linguistico-Retro-Futurista", un progetto incentrato sulla relazione tra artista, opera e pubblico, e gioca con la percezione del pubblico mostrando il retro di alcune opere del Settecento e Ottocento della collezione MART. Ideato dall'artista specificamente per il MART e la Casa d'Arte Futurista Depero di Rovereto, il Gabinetto Psico-Linguistico-Retro-Futurista consiste in una piattaforma creativa caratterizzata dall'uso di molteplici discipline e linguaggi: mostre, eventi e incontri a Rovereto e in altre localita del Trentino. Emilio Isgro' presenta la sua opera "Cancello il Manifesto del Futurismo" in modo graduale, con un'opera di dimensioni ridotte che letteralmente cancella la pagina di Le Figaro che nel 1909 pubblicava il manifesto di Marinetti, ma che nell'arco temporale espositivo tappezzera' intere pareti delle aree espositive del MART. Liliana Moro presenta un doppio progetto, il gruppo scultoreo "Underdog" riflessione dell'artista milanese sul tema dell'essere donna, e "Dicono di lei", un omaggio all'artista degli anni sessanta Ketty La Rocca realizzato selezionando una serie di opere di artiste donne di varie generazioni, provenienti dalle collezioni in deposito al MART, per comporre un ritratto polifonico sulla figura della donna. Christian Fogarolli presenta al MART di Rovereto il proseguo del suo progetto "Lost Identities. Human=Animal", realizzato per Documenta (13) in Karlsue Park, Kassel; il nucleo di opere in mostra al MART parte dallo studio della fotografia criminale del primo novecento e prende avvio ad inizio 2011 negli spazi dell'ex manicomio di Pergine Valsugana in Trento (1882-1981).

"La Magnifica Ossessione" al MART, Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto inaugura il 26 Ottobre 2012 e resta aperta al pubblico, con variazioni del percorso espositivo e nuovi interventi degli artisti contemporanei invitati a partecipare, fino al 6 Ottobre 2013. Maggiori informazioni su "La Magnifica Ossessione" al MART di Rovereto sono disponibili sul sito MART all'indirizzo http://www.mart.trento.it/magnificaossessione. Aggiornamenti e news sulla mostra nel corso del periodo di esposizione saranno disponibili su Twitter seguendo l'hashtag #magnificaossessione e il profilo MART @mart_museum.

#

MART - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto
Il MART - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto celebra i suoi primi dieci anni di vita. Il calendario per il decennale del MART include diverse esposizioni, performance e interventi; tra gli altri, quelli di Hermann Nitsch, David Claerbout, Paco Cao, Emilio Isgro', Liliana Moro, Christian Fogarolli, Paolo Meoni, e la mostra "La Magnifica Ossessione". Il calendario completo delle proposte 2012-13 del MART - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto e' disponibile online sul sito web del MART www.mart.tn.it.

Ufficio Stampa MART
Corso Bettini, 43 - 38068 Rovereto (TN)
Responsabile Comunicazione: Flavia Fossa Margutti
Contatti Ufficio Stampa: Luca Melchionna / Clementina Rizzi
Email: press@mart.trento.it
Tel: (+39) 0464 454.124/127

David Claerbout al MART di Rovereto, prima mostra personale italiana per il video artista belga.

Al MART - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto in mostra dal 26 ottobre 2012 al 13 gennaio 2013 la prima personale italiana dedicata al video artista David Claerbout (Kortrijk, Belgio, 1969). Aggiornamenti su Twitter #martclaerbout.

[Rovereto (TN), 26 Ottobre 2012] Il MART - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Rovereto e Trento (MART) presenta dal 26 ottobre 2012 al 13 gennaio 2013 la prima personale italiana dedicata al video artista David Claerbout (Kortrijk, Belgio, 1969), con una esposizione dei lavori recenti dell´artista allestita in una sala dedicata del primo piano del museo di Rovereto.

Il video artista belga David Claerbout in mostra al MART - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e RoveretoLa mostra, a cura di Saretto Cincinelli, propone al pubblico italiano uno degli artisti internazionali più innovativi nella ricerca sulle immagini in movimento, tema fulcro di importanti esibizioni personali internazionali dell´artista belga (Centre Pompidou, Parigi, 2007; De Pont Museum for Contemporary Art, Paesi Bassi, 2009; Wiells, Bruxelles; San Francisco Museum of Art, 2011; Secession, Vienna; Parasol Unit Foundation for Contemporary Art, Londra, 2012), tutte focalizzanti sull'interesse per la dimensione temporale di cinema e video.

Realizzata in stretta collaborazione con l'artista, la mostra di David Claerbout al MART di Rovereto offre, per la prima volta nel nostro paese, un'importante panoramica delle video installazioni dell´artista, con opere che indagano lo statuto dell'immagine nella sua duplice natura di immagine-tempo e immagine-movimento. L'intento del MART è quello di introdurre il pubblico italiano ad una ricerca che permetta di capire come l'utilizzo del digitale nell´arte in chiave non meramente spettacolare abbia aperto nuovi orizzonti percettivi, estetici e concettuali alla visione contemporanea.

La mostra di Claerbout al MART di Rovereto integra gli allestimenti dell'architetto Pedro Sousa, che rimuovendo completamente la naturale gerarchia degli spazi del primo piano del museo, creano un ambiente totale in cui opere e architettura appaiono completante integrate, al punto che risulta arduo stabilire se sia l'opera a modulare la spazialità preliminare o lo spazio ad essere predisposto per accoglierla.

David Claerbout mette in mostra non il tempo nell'immagine, ma piuttosto il "tempo dell'immagine". L'artista ci mette letteralmente di fronte alla materia della percezione, e ciò genera una pluralità di paradossi che turbano la normale visione dello spettatore, invitandolo ad "aprire lo sguardo".

Tra le opere di David Claerbout in mostra al MART di Rovereto, "Bordeaux Piece" (2004) mostra - calando un'azione che si replica in maniera quasi identica in un tempo che invece si trasforma silenziosamente dell'alba alla notte nel suo monumentale perdurare - più che la decostruzione di una situazione narrativa una sorta di incantamento temporale che sposta insensibilmente l'accento dalla durata dell'evento all'evento della durata; "Sections of Happy Moment" (2007) fissa la molteplicità dei punti di vista impliciti in un istante dischiuso, dilatando interminabilmente il tempo della sua durata e facendoci percepire la simultaneità spaziale come progressione temporale; "Riverside" (2009), come molte delle opere dell'artista, gioca con le aspettative precostituite dello spettatore e mostra come contemporanei due eventi che si svolgono in uno stesso luogo ma evidentemente in tempi radicalmente diversi; "The American Room" (2009) in cui interventi impercettibil i ed estremamente sofisticati tendono a mettere in dubbio l'autorità della fissità fotografica, del movimento filmico e della distanza spaziale, producendo nello spettatore la sensazione di potersi muovere liberamente nel tempo congelato di una foto; "The Quiet Shore" (2011), con il suo incantamento di un istante, testimonia l'interesse dell'artista per quel che potremmo definire la soglia della visione, una soglia che sembra far retrocedere l'immagine e il racconto sino allo stadio del suo annunciarsi, quando pare ancora capace di mantenere intatte tutte le sue potenzialità.

Il lavoro di David Claerbout si rivela così come una continua rimessa in discussione degli schemi mentali con cui percepiamo il binomio spazio/tempo. In ciascuna opera l'artista ci aiuta a comprendere come una certa cultura delle immagini tecniche sia definitivamente mutata con lo sviluppo del trattamento digitale, che ha aperto nuovi orizzonti percettivi, estetici e concettuali, permettendo al video di affermarsi come spazio di infinite ibridazioni e sovrapposizioni in cui il cinematico e il fotografico incontrano nuove complicità e possibilità di dialogo. Attraverso i lavori di Claerbout possiamo comprendere sino a che punto le più recenti tecnologie abbiano permesso di superare le categorie visive del secolo scorso, liberando il fotografico dalla fotografia e il filmico dal cinematografico.

La personale di David Claerbout al MART di Rovereto inaugura il 26 Ottobre 2012 (in contemporanea con la mostra "La Magnifica Ossessione" #magnificaossessione) per concludersi il 13 Gennaio 2013. Maggiori informazioni sulla mostra di David Claerbout al MART di Rovereto sono disponibili sul sito MART all'indirizzo http://www.mart.trento.it/davidclaerbout. Aggiornamenti sulla mostra di Claerbout nel corso del periodo di esposizione al MART saranno disponibili su Twitter seguendo l´hashtag #martclaerbout e il profilo MART @mart_museum.

#

David Claerbout
Nato nel 1969 in Belgio, David Claerbout si è dedicato prevalentemente al video dal 1996. Attualmente vive e lavora fra Antwerp e Berlino. La sua ricerca si concentra sul dialogo temporale tra fotografia e video. Sin dalle prime opere, come "Untitled (Single-Channel View)" del 1998-2000, Claerbout destruttura rispettivamente la narrazione normalmente ascrivibile al video e l'istantaneità normalmente ascrivibile alla fotografia, intrecciando i due media e rielaborando digitalmente le immagini analogiche di partenza. Artista tra i più riconosciuti della sua generazione a livello internazionale, poche sue opere sono state sinora proiettate in Italia ("The Algiers' Section of a Happy Moment" e "The American Room"). Tra le sue mostre personali più recenti e prestigiose quelle al Centre Pompidou di Parigi (2007), al MoMA di San Francisco (2011) e, nell'ultimo anno alla Parasol Unit di Londra e alla Secession di Vienna. Sue opere sono prese nti nelle collezioni permanenti del Centre Pompidou e dell'ARC Musée d'Art Moderne de la Ville de Paris, alla Pinakothek der Moderne di Monaco di Baviera, all'Hamburger Bahnhof di Berlino e al MoMA di San Francisco.

MART - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto
Il MART - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto celebra i suoi primi dieci anni di vita. Il calendario per il decennale del MART include diverse esposizioni, performance e interventi; tra gli altri, quelli di Hermann Nitsch, David Claerbout, Paco Cao, Emilio Isgrò, Liliana Moro, Christian Fogarolli, Paolo Meoni, e la mostra "La Magnifica Ossessione". Il calendario completo delle proposte 2012-13 del MART - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto è disponibile online sul sito web del MART www.mart.tn.it.

Ufficio Stampa MART
Corso Bettini, 43 - 38068 Rovereto (TN)
Responsabile Comunicazione: Flavia Fossa Margutti
Contatti Ufficio Stampa: Luca Melchionna / Clementina Rizzi
Email: press@mart.trento.it
Tel: (+39) 0464 454.124/127

E' online Lattendibile.it: tanti consigli su come inserire latte, yogurt, formaggi e burro nella propria dieta

Da un'idea di Assolatte nasce un nuovo portale nutrizionale, il cui scopo è divulgare una corretta informazione sui vantaggi del consumo di latte, yogurt, formaggi e burro.

Lattendibile.it26 ottobre 2012 – Dopo un'esperienza pluriennale, L'Attendibile - il giornale online di informazione sul mondo della nutrizione - inaugura una nuova sede con l'apertura del portale www.lattendibile.it.

Il progetto, a cura di Assolatte (Associazione Italiana Lattiero Casearia), è nato con l'obiettivo di informare e aggiornare la classe medica e tutti coloro che sono interessati al tema sui vantaggi di un'alimentazione equilibrata. In particolare, su www.lattendibile.it vengono pubblicate le più recenti risultanze scientifiche internazionali sul latte e sui suoi derivati, con approfondimenti sui benefici collegati al consumo di questi importanti alimenti.

Il sito web offre all'utente numerosi articoli, divisi in 4 aree tematiche, che affrontano diversi argomenti, come il metabolismo, la dieta mediterranea, gli stili di vita, l'osteoporosi, le intolleranze alimentari e il calcio. La validità di tutte le informazioni pubblicate sul portale è suffragata dalla presenza di un comitato scientifico, che ne assicura l'attendibilità.

Lattendibile.it si fa portavoce del bisogno comune di condurre un'alimentazione sana, diffondendo gli studi più aggiornati in materia e fornendo informazioni valide, in grado di fare luce anche sui luoghi comuni da sfatare e sulle informazioni scorrette che spesso circolano sul web. Spesso accade, infatti, che in molte diete i latticini vengano ingiustamente penalizzati. A tal proposito, per esempio, nella sezione dedicata al metabolismo, vengono presentati diversi studi che attestano quanto il consumo di latte e yogurt a ridotto contenuto di grassi possa invece velocizzare il dimagrimento.

Ampio spazio è dedicato anche ai bambini e all'importanza di non far mai mancare il latte e i suoi derivati nell'alimentazione durante la crescita.

In definitiva, scopo fondamentale di Assolatte è quello di offrire agli utenti di internet una fonte informativa privilegiata, con notizie di pubblica utilità che aiutano a migliorare l'approccio all'alimentazione, a nutrirsi in modo corretto e soprattutto consapevole.

La redazione di Media For Health

Ristrutturazioni edilizie: guida alle detrazioni

Il Decreto Crescita ha stabilito nuove detrazioni fiscali per tutti i contribuenti che desiderano ristrutturare la propria abitazione. A supporto dell'utente, l'Agenzia delle Entrate ha recentemente diffuso una guida nella quale vengono fornite precise indicazioni su come beneficiare di queste agevolazioni.

ristrutturazioni fiscali: guida alle detrazioniMilano, 26 ottobre 2012 – L'Agenzia delle Entrate ha recentemente prodotto una guida alle ristrutturazioni edilizie aggiornata al mese di agosto 2012: al suo interno sono contenute tutte le indicazioni in merito alle detrazioni fiscali di cui è possibile usufruire presentando l'apposita documentazione. In questo modo, viene fornito un utile strumento a tutti i contribuenti che hanno in programma la messa in atto di lavori di rifacimento o di ristrutturazione della propria abitazione.

In primo luogo, va detto che il provvedimento è valido a partire dal 1 gennaio 2012 ed è da considerarsi illimitato, nel senso che non è prevista alcuna scadenza: da questo punto di vista, è possibile parlare di una misura strutturale vera e propria. In altri termini, la detrazione fiscale sugli interventi di ristrutturazione non ha più un termine, in virtù delle novità che sono state introdotte dal decreto legge n. 83 / 2012 (il cosiddetto Decreto Crescita).

Per chi non lo sapesse, tale provvedimento riportava la possibilità di godere di una detrazione del 36% per le spese di ristrutturazione sostenute fino al 25 giugno 2012 (a patto però che l'importo massimo dei costi non superasse il tetto massimo di 48.000 euro). Ma c'è di più: tutti i contribuenti che hanno iniziato i lavori a partire dal 26 giugno, o che hanno intenzione di avviarli prima del 30 giugno 2013, potranno addirittura beneficiare di una detrazione fiscale pari al 50% della spesa sostenuta, con un importo massimo che va a raddoppiarsi rispetto alla situazione precedente, arrivando cioè a un tetto limite di 96.000 euro.

La parte restante della guida promossa dal'Agenzia delle Entrate fornisce all'utente alcuni consigli e suggerimenti pratici su come avviare nel modo migliore e più rapido la pratica necessaria per ottenere l'agevolazione fiscale. Ad esempio, scopriamo che non è più obbligatorio l'invio di una comunicazione ufficiale di inizio dei lavori al Centro operativo di Pescara; oppure, apprendiamo che nella fattura non sussiste più l'obbligo di indicare con una voce a parte a quanto ammonta il costo effettivo della manodopera; e ancora, nel caso di vendita di immobili la persona che vende avrà la possibilità, se l'immobile su cui sono stati realizzati i lavori è stato venduto prima che scadessero i tempi utili per godere della detrazione, di stabilire in prima persona se godere lui stesso dei privilegi fino alla scadenza del periodo, o se trasferire questi ultimi alla persona che sta acquistando.

In ultima analisi, il contribuente avrà l'obbligo di suddividere in 10 rate annuali l'intero importo deducibile, mentre chi ha 75 o 80 anni non potrà più suddividere la detrazione in 3 o 5 quote annuali.


Articolo redatto dall'ufficio studi di Professionecasa (http://www.professionecasa.it), leader in Italia nel settore immobiliare. Società del Gruppo Tree Real Estate (http://www.treere.it/), da oltre 20 anni è presente su tutto il territorio nazionale con una rete che comprende oltre 500 agenzie immobiliari in franchising.

Pietro Badoer (Partecipazio)

giovedì 25 ottobre 2012

Federica Fontana e Private Griffe: insieme per raccogliere fondi

Un impegno chiaro e tangibile quello messo in campo da Federica Fontana per contribuire, insieme a Private Griffe, a finanziare borse di studio in ambito biomedico destinate a studenti meritevoli. L'obiettivo è quello di raccogliere fondi attraverso la vendita di abiti ed accessori moda appartenenti alla famosa showgirl italiana.

Federica FontanaFederica Fontana ha messo a disposizione di questa campagna diversi pezzi griffati, tra cui due splendidi abiti (Blumarine – Iceberg), una pochette modello clutch, un paio di sandali Paciotti ed uno di occhiali da sole Bluemarine. Per visionare ed acquistare i capi sarà sufficiente collegarsi al sito del famoso social commerce italiano. L'intero ricavato della vendita sarà devoluto in beneficenza per progetti di sostegno e di ricerca in ambito biomedico. Il modo perfetto per unire il gusto dello shopping al sostegno di una importante fondazione.

Questa campagna è possibile grazie al supporto attivo di Private Griffe, noto e rivoluzionario social e-commerce che permette a donne comuni e vip guests di mettere in vendita i loro abiti ed accessori moda firmati e di donare l'intero ricavato in beneficenza. Una piattaforma davvero innovativa e rivoluzionaria, che non ha solo una veste charity, ma anche social.

Infatti, Private Griffe nasce con l'intento di consentire un contatto ed una intermediazione virtuali tra venditrici ed acquirenti che sia il più possibile vicino a quello reale. Per questo, la piattaforma permette di postare consigli, feedback e commenti che rendono l'esperienza di acquisto più tangibile e davvero coinvolgente.

Inoltre, Private Griffe offre alle venditrici la possibilità di disporre di vere e proprie boutique sul web, in cui mettere in vendita capi ed accessori griffati per donne e bambini. Tutte le Fashion Sellers sono delle vere esperte di moda e sono disponibili a dare consigli fashion, su look ed outfit. Una rivoluzione sia per le stesse fashion stylist che per le acquirenti, che hanno la possibilità di ricevere consigli moda da esperti del settore e di acquistare capi ed accessori griffati a prezzi davvero contenuti.

Tutto questo è possibile grazie all'assiduo impegno dei fondatori di Private Griffe: Leonardo Cucchiarini, Maria Cecilia Andretta e Francesca Bongiovanni. Leonardo CucchiariniTre professionisti che hanno trasformato la loro passione per la moda e la rete in un progetto nuovo ed all'avanguardia. La piattaforma lavora in modo tale da garantire la massima sicurezza delle transazioni e dando una garanzia reale sugli acquisti. Tutti i capi, infatti, vengono verificati direttamente dallo staff di Private Griffe per validarne la qualità e l'autenticità.

Insomma, Private Griffe offre a tutte coloro che amano la moda, ma che non possono permettersi di acquistare capi firmati a prezzo pieno, di rifarsi davvero il guardaroba, imparando a mixare pezzi tra loro ed a creare il look giusto per ogni occasione. Inoltre, per le mamme fashion victim, Private Griffe mette a disposizione un'intera sezione dedicata ai bambini, in cui trovare capi ed accessori moda davvero irresistibili.

Un modo nuovo ed accattivante di fare e-commerce, proponendo capi ed accessori moda firmati a prezzi contenuti, su una piattaforma social ed interattiva che promuove e sostiene campagne charity a favore di numerose associazioni. La soluzione ideale per fare shopping in modo utile e consapevole.

Per informazioni e contatti:
Private Griffe Italia s.r.l
Via Felice Casati, 20 20124 Milano
info@privategriffe.com

mercoledì 24 ottobre 2012

Triboo Digitale firma lo shop online di ToyWatch

Rilasciato online il sito di e-Commerce di ToyWatch, il celebre marchio che realizza orologi da polso dallo stile unico e di tendenza. Il lavoro porta la firma di Triboo Digitale, e rappresenta il primo step di una collaborazione che si arricchirà di nuove attività legate al mondo della comunicazione sul web, prima fra tutte una campagna di social media marketing.

Lo store online di ToyWatch porta la firma di Triboo DigitaleMilano, 24 ottobre 2012 - Triboo Digitale, internet company del Gruppo Triboo (www.triboo.it), annuncia che è disponibile in rete il nuovo sito di commercio elettronico di ToyWatch, brand italiano che produce orologi da polso dallo stile fashion e di tendenza, con un design che ha ottenuto consensi a livello internazionale attraverso un approccio creativo che coniuga fantasia, estro e brio. Il sito è online all'indirizzo www.toy-watch.com.

In linea con lo stile dei prodotti realizzati dall'azienda, Triboo Digitale ha dato vita ad uno shop online dal taglio originale e vivace, che ben rispecchia la natura irriverente e giocosa del brand. L'esperienza di navigazione va a configurarsi come un elemento stimolante e avvincente, che può avvenire mediante diversi percorsi: attraverso una sorta di slot machine virtuale, oppure impostando la funzione Shop by Mood e lasciandosi guidare dall'umore del momento.

Matteo Morandi, Amministratore delegato ToyWatch, dichiara: "Il lancio del nuovo store online rappresenta un ulteriore importante tassello della strategia retail globale del nostro brand. L'e-commerce di ToyWatch rende l'azienda ancora più capillare nel mondo permettendoci di raggiungere mercati ancora inesplorati e fidelizzare maggiormente i nostri consumatori già affezionati al brand".

Queste le parole di Marco Realfonzo, Amministratore Delegato di Triboo Digitale: "Abbiamo investito molto nel progetto Toywatch perché ci crediamo fermamente. Riteniamo, infatti, che ToyWatch rappresenti il prodotto ideale per la vendita online sia per prezzo al pubblico che per gestibilità logistica, agevolata, tra l'altro, anche dalla recente internazionalizzazione del nostro gruppo. Ed è per questa ragione che attendiamo il raggiungimento di obiettivi importanti, sia in termini di sellout che di espansione territoriale".

La realizzazione dello shop online rappresenta soltanto il primo tassello di una collaborazione destinata a proseguire attraverso una serie di attività che vedranno Triboo Digitale fornire a ToyWatch la propria consulenza in web marketing: contestualmente al rilascio del sito, infatti, sono stati aperti i canali social dell'azienda su Facebook e su Twitter, mentre è in programma il lancio anche su Pinterest e Instagram. In aggiunta, Triboo Digitale gestirà in full outsourcing tutte le attività legate alla vendita online dei prodotti a marchio ToyWatch, dalla gestione della piattaforma di commercio elettronico alla logistica, passando infine per il servizio di customer care.


Ufficio Stampa Triboo Digitale
Nicoletta Guardasole
Tel +39 081 19808577
Fax +39 081 5702970
nicoletta.guardasole@triboo.it

TRIBOO DIGITALE

Triboo Digitale propone ai propri partner un'offerta completa e modulare di gestione in full outsourcing delle attività di commercio elettronico. Collabora nella definizione del piano strategico di sviluppo dello store, provvede all'implementazione applicativa della piattaforma e alla definizione dell'interaction design; si fa carico della gestione a 360 gradi e provvede all'erogazione dei servizi di fatturazione, incasso, store management, logistica, customer care e pianificazione media (media plan, social media, SEM, SEO).

Superfici minime n. 10

martedì 23 ottobre 2012

Guarda che Look: Pittarello lancia il nuovo punto vendita di Limbiate con stile

Finalmente anche per scarpe ed accessori (e non solo per profumeria e make-up) arriva il servizio di personal shopper in store.

guarda-che-lookPadova, 23 ottobre 2012 - In occasione dell’apertura del nuovo punto vendita a Limbiate (MB) presso il Centro Commerciale Carrefour, sabato 27 ottobre 2012, Pittarello metterà a disposizione un esclusivo servizio di Personal Shopper: 3 preparatissime fashion blogger, grazie alla loro passione ed il proprio intuito glamour, potranno dare i propri consigli di stile per aiutare i clienti a trovare la scarpa giusta per il look giusto, potendo contare sul più grande assortimento di scarpe e accessori ed una convenienza senza eguali con sconti fino al 40% su tutta la collezione.

È possibile inoltre fissare un appuntamento direttamente con una delle Personal Shopper in modo da evitare code ed avere un servizio puntuale e dedicato; prenotarsi è facile: basta scrivere una e-mail a personalshopper@scarpepittarello.it per trovare con le Personal Shopper Pittarello l’orario ideale per il tour in negozio.

Verrà inoltre allestito all’interno del centro commerciale il corner Pittarello “Guarda che Look”, dove le clienti con il look più trendy potranno ricordare l’evento grazie ad un personale servizio fotografico, che potrà essere condiviso con i propri amici su facebook: le migliori foto verranno pubblicate sulla pagina www.facebook.com/PittarelloRosso per comporre un vero e proprio look-book della giornata.

Per scoprire di più sull’apertura di Limbiate e avere un’anteprima delle collezioni scarpe e accessori è possibile visitare il sito www.scarpepittarello.it.

Pittarello è azienda leader nella distribuzione al dettaglio di calzature per donna,uomo e bambino. Una realtà che pone il consumatore al centro di tutto, sempre attenta a elementi quali la qualità, le tendenze, e la varietà e l’offerta di prezzi. L’azienda conta più di 70 punti vendita in Italia e all’estero. Pittarello è il luogo ideale dove acquistare calzature a prezzi accessibili senza rinunciare alla qualità del made in Italy e ai marchi più noti.

venerdì 19 ottobre 2012

Crediper lancia la nuova campagna web “Crediper Prestito Flessibile con prima rata nel 2013”

Crediper Prestito Flessibile, da oggi ancora più flessibile grazie alla promozione “Prima rata nel 2013”

prestito flessibileRoma, 19 ottobre 2012 - Dal 15 ottobre al 9 dicembre sarà attiva la nuova campagna di web advertising Crediper “Prestito Flessibile con prima rata nel 2013”. La nuova promozione è dedicata ai clienti delle Banche di Credito Cooperativo e consentirà di iniziare il rimborso della prima rata del prestito a partire dal 2013, godendo di un piano di ammortamento a rimborso posticipato di 60 giorni.

Nel periodo della promozione rimarranno comunque attive e valide tutte le opzioni di flessibilità che offre Crediper Prestito Flessibile, il prestito veloce da ottenere che ti permette di realizzare i tuoi progetti attraverso un finanziamento che ti offre la massima flessibilità nella gestione del tuo piano di rimborso e che ti permette di  usufruire dei seguenti vantaggi:

  • Salti fino a 3 volte la rata: puoi saltare il pagamento di una rata all’anno per ben tre volte nel corso del prestito, accodando il pagamento alla fine del piano di rimborso scelto.
  • Modifichi fino a 3 volte l’importo della rata: puoi modificare l’importo della rata del rimborso una volta l’anno e fino a tre volte nel corso del prestito, aumentandola o diminuendola in base alle tue esigenze.
  • Zero penali per l’estinzione anticipata: puoi estinguere anticipatamente il tuo prestito senza pagare alcuna penale.

  • La promozione “Crediper Prestito Flessibile con prima rata nel 2013”, sarà on-line fino al 9 dicembre attraverso banner dedicati nelle homepage di importanti siti di informazione, sia a livello nazionale che locale.
    È stata inoltre sviluppata una landing-page, creata esclusivamente per la campagna  dove gli utenti potranno ottenere una simulazione del prestito desiderato, scegliendo il numero di rate e l’importo voluto. Inoltre, grazie alle funzionalità di geo-localizzazione della pagina web, sarà possibile individuare la filiale BCC più vicina a ogni utente.

    Scopo di questa campagna promozionale è creare uno stretto collegamento tra l’offerta presentata sul web e le Banche di Credito Cooperativo che distribuiscono i prodotti Crediper a livello nazionale, presenti sul territorio con oltre 4.000 sportelli, invitando così i clienti interessati a recarsi nella filiale più vicina per usufruire di questo ulteriore vantaggio a loro dedicato.

    Per maggiori informazioni visita il sito www.crediper.it

    Pietro II Candiano

    mercoledì 17 ottobre 2012

    Superfici minime n. 9

    lunedì 15 ottobre 2012

    Antonello da Messina

    giovedì 11 ottobre 2012

    Simco propone una guida alla corretta gestione e ottimizzazione delle scorte

    Ogni azienda che si trova ad avere a che fare con la distribuzione fisica delle merci deve porre grande attenzione alla gestione delle scorte e al mantenimento di un alto livello di servizio, Simco lancia una guida per una corretta ottimizzazione e gestione delle scorte.

    magazzino automaticoMilano, 12 ottobre 2012 - Molte aziende possiedono buona consapevolezza dei costi richiesti per gestire le scorte di materie prime, prodotti finiti, componenti e semilavorati;  un elemento chiave, che però viene spesso sottovalutato riguarda la gestione delle scorte stesse ed il suo livello di servizio.

    Frequentemente con il termine “ottimizzazione delle scorte”, si pensa erroneamente ad una riduzione delle scorte stesse, mentre il punto chiave consiste nell’individuare un corretto bilanciamento degli immobilizzi in modo da non penalizzare la capacità di offrire il servizio, elemento vitale tanto quanto quello dei costi

    L’individuazione dell’equilibrio ottimale di costi e gestione delle scorte può apparire un po’ obsoleto rispetto ai concetti più recenti di “lean”, “produzione snella” e “sincronizzazione della produzione con la domanda di mercato”. Questi concetti, sebbene molto validi in ottica di riduzione degli sprechi, dovrebbero essere verificati in termini di bilancio economico valutando la minimizzazione dei costi di ownership di ogni prodotto e l’effettivo trade-off tra scorte e costi da sostenere per rendere la produzione più snella.

    Le scorte, a parità di prestazione delle risorse, possono costituire una sorta di “ammortizzatore” in quanto permettono di superare agevolmente le insidie di un mercato sempre più rapido e imprevedibile. Di conseguenza, in ogni attività di logistica e trasporti è importante verificare se sia effettivamente utile e conveniente predisporre un corretto grado di copertura in scorte tra le diverse operazioni nell’ambito dei processi distributivi e produttivi.  In linea di massima quindi, il motivo per cui un’azienda decide di impiegare risorse e capitali per ottimizzare e gestire le scorte deriva dalla consapevolezza che le scorte stesse costituiscono un elemento indispensabile per raggiungere il massimo livello di servizio al minimo costo complessivo.
    gestione scorte
    Il livello di servizio ideale rappresenta un concetto vario e multiforme, direttamente legato alla customer satisfaction. La declinazione più specifica del concetto di “livello di servizio” dato dalle scorte consiste nel rendere i processi logistico-produttivi più fluidi, economici e continuativi.  Infine, una certa disponibilità di scorte diventa indispensabile per poter limitare il rischio di stock out ovvero di mancata disponibilità delle merci richieste. Questo si può ottenere andando a dimensionare la “scorta di sicurezza”, ovvero quell’investimento strategico utile per garantire disponibilità delle merci indipendentemente dalla volatilità della domanda e dell’imprevedibilità dei tempi.

    Questa guida è offerta da Simco, società di consulenza logistica con oltre 30 anni di esperienza. Dal 1981, anno della sua fondazione, Simco ha portato avanti più 1.600 progetti per oltre 400 Clienti di diverse dimensioni e settori merceologici.Simco, grazie all'esperienza maturata sul campo, dispone degli strumenti concettuali più  opportuni per aiutare i propri clienti a focalizzare al meglio il delicato equilibrio tra costi ed efficacia degli stock.

    Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet all’indirizzo http://www.simcoconsulting.it

    mercoledì 10 ottobre 2012

    Scarpe & Scarpe presenta la collezione per bambini Autunno Inverno 2012-2013

    Scarpe & Scarpe lancia la nuova collezione di calzature dedicata ai bambini, per la moda Autunno-Inverno 2012-2013

    scarpe bambinaTorino, 10 ottobre 2012 - Scarpe & Scarpe, azienda leader del mercato nella distribuzione specializzata di calzature per tutta la famiglia, presenta la nuova collezione di calzature per bambini per la stagione invernale 2012-2013.

    Le scarpe per i più piccoli hanno importanti requisiti da soddisfare: devono piacere ai bambini e alle loro mamme ed essere alla moda, possibilmente con un richiamo agli “eroi animati” dei bambini. In più, devono essere calzature comode e sicure per permettere di giocare e correre in completa libertà. Infine un ultimo importante requisito è avere un buon rapporto qualità- prezzo perché i bimbi crescono in fretta e, il ricambio di scarpe, com’è noto, è molto frequente.
    Scarpe & Scarpe tiene tutto questo in grande considerazione: per questo i modelli di calzature per bambini che propone uniscono comfort e tendenza, qualità, originalità e prezzi molto competitivi.scarpe bambino

    Tra le scarpe per bambine troviamo le classiche ballerine, arricchite da dettagli romantici e alla moda come fiocchi, laccetti, strass o cuori. Oppure sempre per le bimbe Scarpe&Scarpe propone un’ampia scelta di stivali e tronchetti: dai moon-boot caldi, confortevoli e indicati anche per le piccolissime fino agli stivali di pelle che non hanno nulla da invidiare ai modelli da donna, ideali per le più grandicelle.

    La collezione di scarpe sportive e i più classici modelli polacco sono indicati per bambino e bambina, e sono per la gran parte ispirati agli eroi dei cartoni animati: da Ben Ten a Cars, da Barbie a Minnie e altro ancora.

    I colori della collezione Scarpe & Scarpe per bambini infine, seguono le ultime tendenze moda dei grandi unite alle “passioni” dei piccoli e quindi via a rosa, fucsia ma anche nero, beige, blu e marrone per soddisfare ogni gusto ed esigenza.

    È possibile trovare le calzature per bambini della nuova collezione Autunno Inverno 2012-2013 nello Store Online Ufficiale Scarpe & Scarpe. Ogni modello è disponibile in diverse misure e, una volta acquistato online in pochi e semplici passi arriverà direttamente a casa.
    Maggiori informazioni sulla collezione e sull’acquisto online sono disponibili sul sito www.scarpescarpestore.com

    Superfici minime n. 8

    martedì 9 ottobre 2012

    Movie collection

    lunedì 8 ottobre 2012

    Giovanni Bellini

    domenica 7 ottobre 2012

    Giovanni Bellini

    sabato 6 ottobre 2012

    venerdì 5 ottobre 2012

    MART UP! 2012: Al Mart di Rovereto Hermann Nitsch, John Cage, Virginia Woolf, Street Art, Moleskine, workshop gratuiti e yoga al museo.

    Venerdì 5 ottobre al MART di Rovereto prende il via la terza edizione di "MART UP! Vivi il Museo": tre giorni di eventi aperti al pubblico per l'8° Giornata del Contemporaneo con un fine settimana ricco di concerti, spettacoli, ingressi gratuiti alle mostre, incontri pubblici, workshop con gli artisti, yoga al museo e la performance dell'artista Hermann Nitsch, esponente di spicco dell'Azionismo Viennese.

    [Rovereto (TN), 5 Ottobre 2012] Il MART - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Rovereto e Trento partecipa anche quest'anno alla Giornata del Contemporaneo promossa dall'AMACI (Associazione Musei di Arte Contemporanea), con MART UP! Vivi il museo, arrivato quest'anno alla sua terza edizione. Il progetto "MART UP!", offre al pubblico del MART l'occasione di diventare protagonista della vita del museo e di impadronirsi dei suoi spazi, facendo esperienze diverse, mettendo in relazione museo e territorio, e creando nuove relazioni con diverse realtà e istituzioni del Trentino, integrate a un'offerta culturale e artistica di respiro internazionale.

    MART UP! 2012MART UP! (http://www.mart.trento.it/martup2012) propone un programma di eventi gratuiti che animeranno gli spazi del Polo museale di Rovereto nel corso di un intero fine settimana dal pomeriggio di venerdì 5 ottobre alla sera di domenica 7 ottobre, rivolti a tutto il pubblico del museo. Adulti, bambini e famiglie potranno partecipare a laboratori creativi, workshop e speciali itinerari di visita alle mostre, assistere a performance d'artista, concerti e spettacoli nella piazza e nelle sale espositive del MART.

    Venerdì 5 ottobre si inaugura il calendario di eventi di MART UP! 2012 con Contatto, un laboratorio/itinerario per il pubblico adulto all'interno della mostra "Un altro tempo. Tra Decadentismo e Modern style", a cura di Thea Unteregger, mentre "Cage/Cunningham" un film in lingua inglese di Elliot Caplan, inaugura la rassegna Musicage, dedicata al compositore americano John Cage in occasione del centenario della nascita. Sempre dedicato alla figura dell'artista americano Con Cage, l'incontro curato da Francesca Aste con Roberto Masotti e Gino Di Maggio, per un approfondimento sulla poliedrica natura dell'artista: musicista sperimentale, pioniere dell'indeterminazione nella musica, di musica elettroacustica, dell'uso alternativo e non standard di strumenti musicali.

    Sabato 6 Ottobre, in occasione dell'8° edizione della Giornata del Contemporaneo il MART presenta un evento unico: la 64esima Malaktion (Pittura-Azione) di Hermann Nitsch, protagonista di punta della scena dell'arte contemporanea internazionale e tra i fondatori dell'Azionismo viennese. Il pubblico del museo avrà l'opportunità di vedere Nitsch e i suoi assistenti eseguire la celebre serie di atti rituali di pittura, potrà assistere al processo creativo fino al suo culmine, in cui semplici pannelli rivestiti di iuta si trasformano in dipinti. Le opere di Hermann Nitsch sono incluse in numerose collezioni, tra cui: Metropolitan Museum of Art, MoMa, Guggenheim New York, The Museum of Contemporary Art Denver, Tate Britain. Nel 2007, il governo austriaco ha dedicato all'artista l'Hermann Nitsch Museum di Mistelbach nei pressi della sua residenza a Prinzendorf.

    Numerosi i workshop gratuiti per il pubblico adulto in programma nel corso della giornata di sabato 6: mART cART, workshop d'artista dedicato alla creazione di cartoline con disegni a penna; copie delle cartoline realizzate dai partecipanti verranno regalate ai visitatori del museo nel corso della giornata successiva. Virginia's Shopper Bag, workshop che propone la decorazione di una shopper bag in tela bianca ispirata alla letteratura di Virginia Woolf. My Moleskine, workshop attraverso il quale si inviteranno i partecipanti a trasformare un quaderno Moleskine in un'opera d'arte.

    Previsti da MART UP! workshop e laboratori creativi gratuiti anche per bambini e famiglie per la giornata di sabato: Scartami, il laboratorio continuo (dalle 14 alle 18) dedicato dallo spazio BabyMART del museo ai più piccoli, in collaborazione con Chupa Chups. Musicircus for children, un happening musicale in omaggio a John Cage per un numero indeterminato di giovani musicisti, a cura di Francesca Aste, che vede la partecipazione in diversi spazi del Mart della Federazione Scuole Musicali Trentine e di diverse scuole musicali della regione: "Jan Novak" di Villalagarina, "R. Zandonai" di Rovereto, "Diapason" di Gardolo, Scuola Musicale Alto Garda, CDM Rovereto, "Oppetela" Scuola di Circo e altri ancora.

    Domenica 7 ottobre il programma dell'ultima giornata di MART UP! inizia con una lezione di Yoga al museo, tra le opere esposte nelle sale del MART. La lezione condotta da Maria Assunta Floretta si terrà prima dell'orario di apertura del museo, dalle 8.30 alle 10.00, e sarà seguita da una colazione nella caffetteria del MART. Sempre nella mattinata di domenica sarà possibile costruire un oggetto di design ricavato dai tasti di un vecchio computer, nel laboratorio per le famiglie Tecnoragni, a cura dell'artista Angelo Morandini, con la collaborazione di Cristiano Brunelli, tenuto nel Giardino delle Sculture del MART. Per tutta la giornata di domenica il pubblico di ogni età sarà invitato a prendere parte a Tape invasion!, il workshop a cura di Annalisa Casagranda che invaderà la piazza del museo di Rovereto con un'installazione di Tape Art prodotta dal pubblico grazie a centinaia di metri di nastri colorati, al suono del DJset di Maggico/Luca Fronza. La domenica pomeriggio lo spazio BabyMART continuerà l'animazione dal laboratorio per bambini "Scartami", ed è in programma una nuova visita guidata alla mostra "Un altro tempo. Tra Decadentismo e Modern Style". Il fine settimana di MART UP! 2012 si chiude con Carta Canta, uno spettacolo per la prima infanzia a cura della Compagnia Stradevarie, che interagirà nel Foyer del MART con un giovanissimo pubblico da 1 a 6 anni.

    Tutte le iniziative di "MART UP! Vivi il Museo" sono gratuite. Il calendario completo di MART UP! 2012 con tutti i dettagli sulle attività in programma è disponibile sul sito MART all'indirizzo http://www.mart.trento.it/martup2012. Disponibile anche per download un multimedia press kit con immagini e info relative a MART UP! 2012 http://bit.ly/MARTUP2012-presskit.

    #

    MART - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto
    Il MART - Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto celebra i suoi primi dieci anni di vita. Il calendario per il decennale del MART include diverse esposizioni, performance e interventi; tra gli altri, quelli di Hermann Nitsch, David Claerbout, Paco Cao, Emilio Isgrò, Liliana Moro e Agne Raceviciute. Il calendario degli eventi del Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto è disponibile online sul sito web MART www.mart.tn.it.

    Ufficio Stampa MART
    Responsabile: Flavia Fossa Margutti
    Contatti: Luca Melchionna / Clementina Rizzi - email: press@mart.trento.it - tel: (+39) 0464 454.124/127

    Area Educazione MART
    Annalisa Casagranda - email: education@mart.tn.it - tel: (+39) 0464 454.108/135

    giovedì 4 ottobre 2012

    Endometriosi: affrontala con serenità e con il supporto giusto

    In questa guida sono raccolte alcune informazioni utili sull'endometriosi, patologia ginecologica che colpisce molte donne in età fertile. Imparare a riconoscerla è il primo step per affrontarla e stare meglio.

    Piccola guida alla scoperta dell'endometriosiMolte donne si trovano a dover affrontare i problemi legati all'endometriosi o hanno parenti e amiche che ne soffrono. Si tratta di un'esperienza complessa, perché l'endometriosi richiede esami approfonditi per essere individuata, pur apportando numerosi sintomi. Fortunatamente, con il giusto iter diagnostico e curativo e un adeguato supporto anche a livello emotivo, l'endometriosi può essere superata brillantemente.

    Endometrio e endometriosi

    Per comprendere bene come si sviluppa l'endometriosi è importante conoscere l'endometrio e le sue funzioni. L'endometrio è una mucosa che riveste la parte dell'utero destinata a custodire l'uovo fecondato nel corso della gravidanza. Poiché si prepara ogni mese ad accogliere una potenziale gravidanza, è soggetto al ciclo ormonale, andando incontro all'ispessimento ogni 28 giorni e sfaldandosi all'arrivo delle mestruazioni, con conseguenti perdite di sangue.

    Si parla di endometriosi quando l'endometrio si forma in parti del corpo dove non ha utilità e dove il sanguinamento porta effetti collaterali: sulle ovaie, nelle tube, nelle pelvi, talvolta nell'intestino e nell'addome. Sono rari i casi di endometriosi nei polmoni.

    Le cause dell'endometriosi

    I fattori che hanno una correlazione diretta con l'endometriosi sono ancora incerti:
    • ne sono colpite soprattutto le donne in età fertile, in particolare fra i 25 e i 35 anni;
    • per una parente di primo grado vi è il 7% di probabilità di svilupparla;
    • fra i possibili fattori ormonali, un ambiente iper-estrogenico;
    • alterazioni immunitarie rientrano fra le probabili cause dell'endometriosi.
    La teoria metaplastica sostiene che cellule peritoneali subiscano una trasformazione. La teoria metastatica, invece, sostiene che l'endometriosi possa essere dovuta in particolare alla mestruazione retrograda: il flusso risalirebbe fino all'addome. Tuttavia il 90% delle donne con mestruazione retrograda non soffre di endometriosi. Entrambe le teorie devono essere ancora ampiamente supportate da evidenza medica.

    I sintomi dell'endometriosi

    In alcune donne l'endometriosi è asintomatica e viene scoperta nel corso di operazioni chirurgiche, ad esempio la laparoscopia per indagini di infertilità. In gran parte dei casi, tuttavia, la prima spia di un possibile problema di endometriosi è il dolore localizzato, soprattutto nell'addome e nella zona pelvica. Anche la sterilità è spesso abbinata alla malattia. Fra i sintomi più diffusi:
    • Dismenorrea (mestruazioni particolarmente dolorose) nel 60-80% dei casi;
    • Dolore pelvico nel 30-50% dei casi;
    • Infertilità nel 30-40% dei casi;
    • Dispareunia (dolore durante i rapporti) nel 25-40% dei casi;
    • Irregolarità mestruali nel 10-20% dei casi.
    Altri sintomi dell'endometriosi sono stipsi, dolori durante la defecazione o la minzione, sanguinamento rettale o sanguinamento vaginale al di fuori delle mestruazioni.

    Poiché i sintomi sono spesso riconducibili anche ad altre malattie, è importante recarsi dal ginecologo quanto prima per un'indagine accurata.

    Come si cura l'endometriosi

    Una volta diagnosticata l'endometriosi occorre un trattamento ad hoc in base allo stadio della malattia e alle esigenze della persona.

    Non sempre una terapia equivale alla guarigione completa, ma una terapia appropriata può migliorare di molto la vita di una donna che soffre di endometriosi.

    Nel caso di endometriosi asintomatica non è obbligatorio sottoporsi a terapia, sia essa medica o chirurgica. In caso contrario, le cure farmacologiche e ormonali trattano i sintomi del problema ma non lo risolvono: questo significa che sospendendo il trattamento medico i sintomi riprenderebbero. Essendo le cure mediche a base di ormoni, inoltre, queste impediscono una gravidanza.

    La chirurgia laparoscopica, invece, è ritenuta ad oggi la più efficace cura dell'endometriosi, soprattutto quando la malattia causa problemi nel concepimento: dopo l'asportazione dei focolai, infatti, è stato spesso riscontrato un aumento della fertilità. La laparoscopia ha il vantaggio di essere poco invasiva e molto accurata.

    Il rapporto medico-paziente

    Gestire l'endometriosi richiede molta attenzione, non solo dal punto di vista strettamente medico ma anche da quello personale. Sia la patologia che le varie terapie sono legate ai cicli ormonali, per cui le complicanze a livello emotivo ci sono e sono spesso difficili da individuare, portando solitudine e tristezza alla donna che ne soffre e problemi di comprensione con le persone che la circondano. Importante, quindi, è che il medico informi la paziente e tutta la famiglia riguardo i disturbi legati all'endometriosi, e che la segua con regolarità dalla diagnosi all'iter curativo. Se si instaura un buon rapporto medico-paziente il percorso diventa più agevole.

    Questo articolo è offerto dal Centro Nazionale Endometriosi del Gruppo Malzoni (http://www.centronazionaleendometriosi.it), leader nel trattamento endoscopico delle patologie ginecologiche.

    mercoledì 3 ottobre 2012

    Superfici minime n. 7

    martedì 2 ottobre 2012

    Wellnet presenta il community quiz per Drupal!

    È online Test Your Drupal Skills.

    Test Your Drupal SkillsMilano, 2 ottobre 2012. Wellnet leader nella formazione e consulenza sul mondo Drupal, ha lanciato, all'interno del programma Corsidrupal.it, Test Your Drupal Skills! Il community quiz è stato realizzato per fornire uno strumento ludico, ma soprattutto di confronto professionale alla comunità Drupal.
    Il quiz si sviluppa in 3 livelli di difficoltà con 10 domande a risposta multipla che saranno aggiornate ogni 3 mesi.

    "L'intento è quello di contribuire alla formazione della community sia italiana che internazionale" – spiega così Luca Lusso, Senior Applications Developer & Drupal specialist di Wellnet. - "Molte domande nascono da casi specifici che ci siamo trovati ad affrontare nella nostra attività di consulenti, mentre altre vengono cernite a seguito di argomenti di interesse generale e comunitario."

    "Andando sulla parte tecnica" – continua così Lusso – "il sito è stato realizzato con Drupal 7, con un tema personalizzato che usa il modulo Quiz per la gestione delle domande e delle classifiche, con Quicktabs e di Javascript. Abbiamo implementato una logica di calcolo delle classifiche piuttosto complessa per tenere conto del più alto numero di variabili possibili, come il tempo di svolgimento di un singolo test e i punteggi precedentemente raggiunti. Alla fine del test un modulo custom scritto apposta per questo progetto applica una versione modificata del modello matematico della distanza Euclidea per calcolare il punteggio attuale di ogni singolo utente".

    Interamente realizzato in lingua inglese, è alla portata anche di chi si è appena avvicinato al mondo Drupal. Il quiz del 4° trimestre 2012 è appena uscito, quindi non perdete l'occasione...collegatevi al sito http://test.drupalskills.org/ ed iniziate a testare le vostre conoscenze!

    Wellnet S.r.l. - Ufficio Stampa
    Piazzale L. Cadorna, 13
    20123 - Milano
    Tel.: (+39)02.87.39.86.38
    Fax: (+39)02.99.98.58.77
    e-mail: press (at) wellnet.it
    web: www.wellnet.it
    Facebook: facebook.com/wellnet
    Twitter: twitter.com/wellnet

    lunedì 1 ottobre 2012

    Gli effetti del taccheggio sul carovita

    Secondo recenti studi, nel corso dell'ultimo anno la crisi economica ha notevolmente aumentato il numero dei furti all'interno di negozi e punti vendita. Ecco dunque alcuni consigli su come limitare i tentativi di taccheggio negli esercizi commerciali mediante l'ausilio di strumentazioni tecnologicamente evolute.

    sistemi antitaccheggioMilano, 1 ottobre 2012 -La crisi economica che imperversa a livello internazionale fa sentire i suoi effetti deleteri su più fronti, mettendo in crisi non solo le attività produttive ma anche il commercio. Alcune statistiche, rese pubbliche nel mese di agosto 2012 dal Sole 24 Ore sulla base di un'inchiesta condotta dal Viminale, dimostrano come in Italia il numero dei furti nei negozi, dopo 3 ann i di declino, sia tornato a crescere. È nelle grandi città che si registrano i dati più allarmanti: in particolare, nell'ultimo anno sono stati segnalati oltre 40mila furti relativi a esercizi commerciali di vario genere.

    Nel contesto finora descritto, il taccheggio è l'attività criminale che più di tutte trova terreno fertile, specialmente laddove il punto vendita è sprovvisto di adeguate contromisure protettive. Questa piaga, tuttavia, non danneggia soltanto negozi e negozianti, ma determina effetti che si ripercuotono sulla società tutta. Ulteriori dati, forniti dal "Barometro furti nel retail", mostrano infatti una realtà sconcertante: il fenomeno del taccheggio concorre, per via diretta o indiretta, alla determinazione del carovita a cui assistiamo inesorabilmente giorno dopo giorno. In altre parole, i furti che vengono compiuti nei negozi si ripercuotono sulla spesa media degli italiani, in quanto vanno a causare periodicamente notevoli e cospicui rincari delle merci in vendita.

    In questo scenario, dunque, diviene di vitale importanza, per chi ha la responsabilità della gestione di un esercizio commerciale, l'adozione di opportuni sistemi di protezione che possano aumentare sensibilmente il grado di sicurezza nel punto vendita.

    Tra i sistemi antitaccheggio più in uso, in questo caso, può essere di particolare utilità Metal Magnet Guard, congegno proposto da Alps Italia, azienda leader in Italia nel campo delle soluzioni antitaccheggio. Il sistema consente di rilevare la presenza, all'interno del negozio, di distaccatori per la rimozione delle etichette antitaccheggio.

    Questi sistemi, tecnologicamente evoluti, riescono inoltre a rilevare la presenza di borse schermate con metallo, alluminio e piombo. I malintenzionati, infatti, spesso si dotano di strumenti caratterizzati da un magnete che ha lo scopo di disattivare o rimuovere le etichette antitaccheggio dalla merce in esposizione. Metal Magnet Guard, pertanto, attraverso due colonne di rilevazione installate all'ingresso del negozio, invia un segnale radio ad un ricevitore che emette un allarme sonoro. Le informazioni rilevate, inoltre, consentono di indicare in modo più o meno preciso a quale altezza sono sistemati il magnete o la borsa schermata utilizzati dal taccheggiatore.

    Adottando soluzioni di questo genere, quindi, si scongiura sin dal principio l'intento di taccheggio nel negozio, e si protegge adeguatamente la merce in esposizione dai tentativi di furto.

    Questa breve guida è fornita da Alps Italia S.r.l., leader in Italia nella fornitura, installazione e manutenzione di impianti antitaccheggio per ogni tipo di esercizio commerciale. Le soluzioni proposte da Alps Italia spaziano da sistemi loop invisibili ai contapersone, passando per sistemi glass e a radiofrequenza. La consulenza offerta da Alps Italia è completa, e comprende anche la fornitura di un servizio di assistenza post installazione.

    Alps Italia s.r.l.
    Via S.Francesco d'Assisi, 30
    20010 ARLUNO MI
    Tel. 02 90310179 r.a.
    Fax. 02 90310218
    alpsitalia@alpsitalia.com

    Tutti i colori del ghiaccio 3

    Tutti i colori del ghiaccio 3http://www.italianartdesign.net/

    Per gli operatori nel settore del riscaldamento, camini e stufe a Ottobre la pubblicità è gratis!

    Il portale Caminisulweb.it, in occasione del suo primo compleanno, ha deciso di premiare gratis le aziende di settore offrendo loro un'iniziativa pubblicitaria del tutto gratuita. La promozione è riservata alle aziende che producono e vendono stufe e camini, agli spazzacamini e in generale agli operatori nel settore della fumisteria.

    Un caminetto a legna e la sua fiammaA Ottobre il portale www.caminisulweb.it, dedicato alle aziende e operatori nel campo di camini, stufe, fumisteria e riscaldamento in generale, compie un anno. Per festeggiare questo importante traguardo, e le sempre crescenti visite e apprezzamento da parte degli utenti, i suoi fondatori hanno deciso di lanciare un' importante iniziativa gratuita a favore di tutte le aziende operanti nel settore della fumisteria.

    E' possibile infatti usufruire, ancora esclusivamente per 37 aziende a partire dal primo di Ottobre, di un importante pacchetto pubblicitario gratuito per moltiplicare la loro presenza e la loro visibilità in relazione alle seguenti aree tematiche: camini, stufe, caldaie, fornitura pellet, legna da ardere, inserti, canne fumarie, termocamini, termostufe, spazzacamini, impianti di riscaldamento e moltissime altre categorie legate al settore della fumisteria.

    Possono usufruire dell'iniziativa sia le aziende già presenti all'interno del portale e sia le nuove aziende non ancora iscritte, previa iscrizione. La promozione sarà disponibile, ripetiamo, esclusivamente per le prime 37 aziende che ne faranno richiesta attraverso l'apposita pagina di registrazione, dove sono evidenziati tutti i benefici che le stesse ricaveranno, gratuitamente e a vita.



    www.caminisulweb.it - Studio di Ingegneria Informatica Ing. Michele Mocciola - Ing. Filippo Montomoli
    email: michele.mocciola.redazione [C.h.i.o.c.c.i.o.l.a] gmail.com
    P.iva 01248670521
    Tel. 0577/044877
    Via Fontebranda 69 - 53100 Siena

    Tutti i colori del ghiaccio 3